Aboliti i test sperimentali che uccidevano i gatti

Usa sono stati finalmente aboliti i test sperimentali sulla toxoplasmosi che uccidevano i gattini

A dare la bella notizia è il White Coat Waste Project, un’organizzazione no profit che da anni controlla e denuncia i test sugli animali negli Stati Uniti. Così scrivono: “Vittoria. Dopo un’intensa campagna lunga un anno abbiamo ottenuto che il Dipartimento dell’Agricoltura (USDA) ha fermato tutti i test su gatti e gattini e che i sopravvissuti saranno adottati”.

gattini-usati-come-cavieA leggere le notizie seguenti rimarrete a dir poco inorriditi. Il governo degli Stati Uniti è stato accusato di aver ucciso migliaia di gattini sani per degli esperimenti segreti andati avanti per decine di anni.  Si parla di numeri esorbitanti, fino a 100 gattini uccisi all’anno dal 1982 al 2015.

gattini-usati-per-sperimentazioneA lanciare l’accusa è il White Coat Waste Project, che ha ottenuto la possibilità di diffondere la notizia dopo aver analizzato i documenti forniti dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (Usda) sulle attività dell’Animal Parasitic Diseases Laboratory di Beltsville, nel Maryland.

gattini-test-toxoplasmosiIn cosa consistevano questi test. I poveri gattini di due mesi, venivano nutriti per due o tre settimane con carne cruda infettata da Toxoplasma, causa della toxoplasmosi.

gattini-test-come-caviePoi dalle loro feci veniva prelevato il parassita per essere usato in altri esperimenti per combattere le malattie di origine alimentare. A quel punto i cuccioli venivano uccisi e forse, a quanto si legge, inceneriti.

sperimentazione-test-sui cuccioli di gattoIncredibile uno degli ultimi rapporti di qualche settimana fa, dove venivano raccontati gli esperimenti di cannibalismo. I gatti venivano nutriti con carne di altri gatti e di cani importati dai Paesi asiatici.

gattini-usati-come-cavie-poi-uccisiCrudele è dir poco, anche la decisione dell’USDA di massacrare i gattini dopo che venivano utilizzati nella ricerca. Finalmente questa triste realtà sembrerebbe essersi conclusa.

Ora i gatti rimasti e non infettati sono stati messi in adozione. Sperando che al più presto qualcuno di buon cuore si prenda cura di loro, accogliendoli nella loro famiglia e donandogli finalmente l’affetto di cui hanno tanto bisogno.

gattini-uccisi-dopo-la-sperimentazioneCi auguriamo che vengano trattati finalmente come meritano, da esseri viventi e non come cavie da laboratorio.