Comportamento gatti e gattini

Il comportamento dei gatti e dei gattini ha delle precise regole. Spesso i piccoli felini domestici sono imperscrutabili e fanno cose che – dobbiamo ammetterlo- non riusciamo a capire fino in fondo. Noi de Il mio gatto è leggenda siamo qui per questo!

Qualsiasi comportamento del gatto ha una ragion d’essere. Quando fa le fusa o ci graffia e morde apparentemente senza motivo. Perfino la posizione della coda e la postura possono dirci tanto di lui e del perché di determinati atteggiamenti. A dirla tutta, imparando a riconoscere i segni del suo linguaggio talvolta possiamo perfino prevedere cosa farà.

La convivenza con gatti e gattini, per fortuna sempre più frequente, ha certamente ridotto il divario linguistico con loro ma il comportamento ha tante sfaccettature che meritano di essere approfondite.

C’è sempre una spiegazione

Il comportamento dei gatti e dei gattini non è mai fine a se stesso. I gatti non sono aggressivi a prescindere, non si legano alle persone in modo casuale e se sono più o meno coccoloni ha sempre delle ragioni sottostanti. Indipendentemente dal fatto che si conoscano o meno, il nostro adorato Micio ha sempre un motivo per decidere di fare una cosa o il suo opposto.

La cosa importante quando si cresce un felino domestico è cercare di mettersi nei suoi panni. Capire che il suo comportamento ha ragioni che esulano dal nostro mondo di bipedi, ma che è altrettanto diverso da quello di altri animali d’affezione, come i cani tanto per fare l’esempio più ovvio.

Se qualcosa non quadra o abbiamo dubbi, non ricorriamo al fai da te o al sentito dire (spesso intriso di luoghi comuni del tutto errati). Affidiamoci al parere di un bravo veterinario che, come sempre, ha tutte le risposte alle nostre domande. Qui intanto ci poniamo l’obiettivo di darvi un’infarinatura, per aiutarvi a decifrare il comportamento di gatti e gattini e, quindi, a legare con loro in modo sano e costruttivo.

Stop ai luoghi comuni

Di miti da sfatare sul comportamento di gatti e gattini ce ne sono a bizzeffe e purtroppo contribuiscono spesso a creare quegli equivoci che ci impediscono di legare con Micio nel modo più giusto. I gatti sono animali con un linguaggio specifico che si comportano in un determinato modo sempre spinti da motivazioni fondate.

Prima di tutto dobbiamo considerare la loro natura, i loro istinti e tutto il bagaglio genetico che portano con sé sin dalla notte dei tempi. Per quanto siano delle piccole e dolci palle di pelo, i gatti restano felini e come tali rispondono a esigenze ben precise.

Cercare su internet informazioni al riguardo è un ottimo modo per tenersi sempre aggiornati sul fantastico mondo dei gatti e dei gattini. Ma non dimentichiamo che non tutto ciò che leggiamo corrisponde a verità, perciò cerchiamo di approcciare l’argomento con il giusto distacco. E naturalmente facciamo in modo che l’ultima parola spetti sempre a una persona esperta come il veterinario.

Il linguaggio del gatto

La vera sfida è saper riconoscere una menzogna dalla verità. Visto il ruolo importante che il nostro dolce quattro zampe ha nelle nostre vite (e viceversa) dobbiamo impegnarci e cercare informazioni corrette, senza alimentare teorie errate. Comprendere correttamente il linguaggio del gatto è il primo passo per costruire un rapporto basato sulla fiducia e il rispetto reciproci.

Il gatto vive un mondo molto particolare, fatto di segnali e gesti sia fisici che verbali che, insieme, costituiscono una vera e propria forma di comunicazione. Perciò da bravi gattari dovremmo sempre cercare di comprendere il perché, senza giungere a conclusioni affrettate.

Perché Micio tiene la coda alzata o abbassata? E perché miagola forte o non dorme di notte? O ancora, perché il gatto non vuole mangiare o decide di non voler usare più la sua lettiera?

Come cambia il comportamento con l’età

L’età gioca un ruolo importante nell’analisi del comportamento felino ed è proprio per questo motivo che facciamo una distinzione tra gatti e gattini. Le fasi di crescita di Micio comportano non solo cambiamenti a livello fisico, ma anche mentale e influiscono altresì sulle abitudini e sullo stile di vita.

A ogni età corrisponde una tendenza a un determinato comportamento. Dei gattini si dice sempre che siano piccoli diavoletti pronti a fare mille monellerie e che non si fermano praticamente mai (cosa alquanto veritiera).

Al contrario dei gatti in età adulta si dice che siano più tranquilli e che smettano di giocare per tutto il tempo. Cosa vera solo in parte perché, proprio come noi umani, anche i gatti hanno carattere e indole diversi e troveremo sempre quelli più energici e giocherelloni e quelli che, al contrario, preferiscono dormire e oziare.

E non dimentichiamo, infine, i gatti anziani sui quali possiamo aprire proprio un capitolo a parte. Nelle ultime fasi di vita del gatto giocano un ruolo fondamentale disturbi, malattie e problemi di salute che chiaramente influiscono sulle loro abitudini di vita e anche sulle normali attività. Un micio anziano che ha dolori alle ossa o non vede bene, ad esempio, sarà più restio a giocare e compiere grandi sforzi.

Gli stiamo dando tutto ciò di cui ha bisogno?

Questa dovrebbe essere la domanda “regina” di tutte le domande. I gatti e i gattini di hanno un comportamento che è legato sicuramente all’età, ma non è l’unico fattore a influenzarli. Quando i piccoli felini domestici si mostrano iperattivi, mordono e graffiano senza motivo, non vogliono stare con le persone o detestano il contatto fisico. Tutte queste situazioni dipendono in buona parte da noi padroncini e dalla nostra capacità di dargli tutto ciò di cui hanno bisogno per vivere felici.

Cosa vuol dire tutto questo? Com’è possibile che proprio noi, che tanto li amiamo, siamo la causa del loro malessere? Dipende semplicemente dal fatto che spesso dimentichiamo che gatti e gattini hanno esigenze del tutto particolari che, se non vengono soddisfatte, rischiano di farli star male.

Prendiamo l’esempio più ovvio, quello del tiragraffi. Tutti ci dicono (e sì, lo facciamo anche noi qui) che ne dovremmo acquistare almeno uno da tenere in casa e che ogni gatto dovrebbe averlo a portata di mano in qualsiasi momento della giornata. Ebbene non è uno stereotipo lanciato lì a caso. Il tiragraffi risponde a diverse esigenze di Micio: farsi le unghie, stiracchiarsi, arrampicarsi, sfruttare le altezze. Un gatto che non può fare tutto questo si stressa, diventa agitato e di conseguenza assume comportamenti che evidenziano il suo disagio.

Leggi i nostri articoli per scoprire tutto sul comportamento di gatti e gattini:

Curiosità sui gatti: 10 cose che forse non sai

gatto guarda farfalla

Conosci il tuo gatto? Probabilmente molto più degli altri. Invece quante cose sai sugli altri gatti o sui gatti in generale? I gatti sono animali…

7 buone ragioni per avere più di un gatto in casa

gatti amici dormire

Perché avere più di un gatto in casa è più vantaggioso, considerando che in realtà sarebbe più facilmente gestibile averne uno solo? I motivi per…

Rendere sicura la casa per il gatto: 5 regole da seguire

micio arancione bianco

Come si fa a rendere sicura la casa per il gatto e non correre alcun tipo di rischio? Ci sono delle regole da seguire e…

Accogliere un gatto in casa: i 5 requisiti fondamentali

micetto adorabile tenero

L’arrivo di un micio è sempre una grandissima ed indimenticabile emozione. Ma quali sono le accortezze ed i requisiti da conoscere per accogliere un gatto…

5 passaggi per addestrare il gatto a camminare con il guinzaglio

gatto splendido tigrato

Che sia per andare a fare una passeggiata oppure per questioni di sicurezza, insegnare al gatto a camminare con il guinzaglio è importante. Ma come…

Citazioni feline: le 10 frasi pronunciate nella storia che ognuno può confermare

L. gatti amore

I nostri gatti sono personalità particolari, hanno molti pregi e molti difetti, ma li amiamo nel loro insieme perché altrimenti non li ameremo veramente. Sui…

Gatto succhia la coperta di lana: perché lo fa e perché evitarlo

gatto a letto

Il comportamento del nostro amico a quattro zampe ha sempre una ragione. Perché il gatto succhia la coperta di lana? Scopriamolo insieme

6 buone ragioni per cui dovresti tenere il gatto in casa

gatto porta ingresso

I nostri amici felini adorano esplorare, saltare e cacciare prede. Ciò, quindi, significa che l’ambiente ideale per loro sarebbe quello esterno. E perché, invece, porta…

5 fatti curiosi sui gatti Tuxedo che non conoscevi

gattino sdraiato prato

Questa tipologia di gatti, detti anche bicolori, è davvero particolare e per certi versi ben diversa dalle altre. Perché? Che cosa rende i gatti Tuxedo…