Home Salute del gatto Gestazioni gatti

Gestazioni gatti

Tutto sulla gestazione dei gatti ovvero la gravidanza: quanto dura e cosa fare quando una gatta è incinta, cure e accortezze che il padrone deve seguire per evitare complicanze durante questa fase delicata.

Come capire se la tua gatta è incinta?

Ci sono dei segnali inequivocabili che possono farci capire che la gatta è incinta: ad esempio, se dopo giorni di miagolii continui e di scorrazzare la micia rifiuta le attenzioni di un gatto maschio, è perché potrebbe essere stata fecondata. Altri sintomi comuni della prima fase della gravidanza nella gatta sono nausee, rigurgiti e rifiuto del cibo.

Quanto dura la gravidanza nei gatti?

La gestazione dei gatti dura in media dai 63 ai 69 giorni e i gattini che nascono prima dei 60 giorni sono prematuri, pertanto potrebbero non riuscire a sopravvivere.

Come prepararsi al parto della gatta?

La fase terminale della gestazione nei gatti coincide con l’ultima settimana prima del parto. Ci sono dei sintomi ben precisi che possono farci capire che la nascita dei gattini è vicinissima: i capezzoli della gatta si ingrossano e si arrossano e il felino sonnecchia tutto il giorno. Diventa poi più irrequieta e ansiosa, soprattutto se si tratta della prima gravidanza.

Per prepararsi al parto della gatta, prepara una cesta per la gatta incinta, facendo così in modo che partorisca lì dentro. Evita di lasciare armadio, cassetti e credenze aperte e disponi un luogo più confortevole possibile per farla partorire, che sia al riparo, tranquillo, appartato e con una coperta morbida.

Dal momento in cui la gatta entra in travaglio, cosa che puoi capire quando i miagolii si faranno ancora più intensi e saranno alternati a delle fusa, aspetta che le si rompano le acque: dopo circa un’ora di tempo nasceranno i gattini e tanti auguri!

Continua a leggere qui di seguito tutti gli articoli, consigli e approfondimenti sulle gestazioni gatti: