Aleppo: i gatti salvati dalla guerra grazie ad un uomo

Mohammad Alaa Aljaleel è l'uomo che aiuta ogni giorno i gatti a sopravvivere alla guerra; in lui hanno trovato un vero salvatore.

gatti-con-uomo

Un uomo aiuta ogni giorno i molti gatti vittime della guerra ad Aleppo. I gatti e, anche molti animali domestici, hanno trovato in Mohammad Alaa Aljaleel un salvatore che li protegge dai pericoli incombenti della guerra.

Anche se sarebbe bello avere un mondo senza guerra, sappiamo tutti che il mondo è sempre più devastato da conflitti, devastazioni e soprattutto morte.
La storia che andremo a raccontarvi si svolge nello scenario della guerra civile in Siria, più precisamente ad Aleppo.

uomo-con-bambino-sulle-macerie

Guerra iniziata nel 2011 e che ancora continua senza un minimo accenno a concludersi. I civili lasciano le proprie abitazioni in cerca di una vita migliore e molto spesso, a causa della paura e del pericolo sempre incombente, lasciano indietro i loro animali domestici. Molte volte questi animali non trovano posto nel viaggio verso la salvezza e quindi sono abbandonati, seppur molte volte a malincuore, al loro destino.

colonia-di-gatti

Ad Aleppo però c’è un uomo Mohammad Alaa Aljaleel, che è rimasto unicamente nel suo Paese per aiutare gli altri e anche tutti gli animali che abbondano in strada!
All’inizio egli si prendeva cura di circa 20 -30 gatti, ma con il dilatarsi della guerra i gatti sono diventati sempre di più.

gatti-che-mangiano-sul-tavolo

Un giorno purtroppo una bomba ha distrutto il luogo in cui Alaa si prendeva cura dei gatti. Ne morirono la maggioranza e Alaa dovette fuggire in Turchia con i sei sopravvissuti. Ma quella non era la sua casa, non era il posto in cui era nato e appena possibile ritornò in Siria. E continuò la sua missione.

molti-gatti-e-un-cane

Qui ricostruì un rifugio vero e proprio per gatti, che in seguito divenne anche un rifugio per i bambini vittime della guerra. Ad oggi i molti bambini ospitati in questo rifugio, si prendono costantemente cura dei gatti. Un modo, forse, per allontanare almeno un po’ l’idea della devastazione che provoca la guerra.

bambino-con-molti-gatti

Il numero dei gatti continua inoltre ad aumentare, perché sempre più persone disperate si rivolgono a questa sorta di rifugio, affidandogli i loro gatti. E non solo! Infatti questo rifugio, in cui nel contempo è stato affiancato da un orfanotrofio e anche da una clinica veterinaria, ospita, oltre a 180 gatti anche numerosi cani, volpi, galline…

uomo-e-bambini

Mohammad Alaa Aljaleel ha inoltre raccontato una vicenda di cui è rimasto particolarmente colpito e che gli dà ogni giorno la forza necessaria per andare avanti e non mollare mai. Una bambina, in procinto di andarsene da quei luoghi pieni di devastazione insieme alla sua famiglia, pianse disperatamente nell’affidargli il suo piccolo gatto. Lo pregò inoltre di mandarle delle foto del proprio gatto, per poterlo vedere e portarlo nel cuore, fino al giorno in cui, forse, si sarebbero ricongiunti.

gatto-in-braccio-a-uomo

Storie quotidiane che alimentano Alaa a perseverare in questa sua missione! Missione non semplice, fatta di contrasti e paura! Riesce a finanziarsi con i soldi che provengono dalle sue pagine social e sia animali che bambini gliene sono costantemente grati!

Augurandoci che questa assurda guerra possa finire, non possiamo non ringraziare Alaa per quello che sta facendo!

Guardate il video qui sotto, tratto da un estratto della BBC News