Chamade, il gatto trascurato che è arrivato al rifugio con i dreadlocks

Il gatto Chamade

Si chiama Chamade lo sfortunato gatto protagonista di questa storia. La storia di questo felino è una delle tante che ci dimostrano quanto troppo spesso le persone decidano di prendere gli animali domestici solo per il gusto di farlo.

Senza pensare che un gatto o un cane richiedono impegno costante, responsabilità e tempo che non tutti possono avere.

E così sempre più animali domestici si ritrovano a vivere in condizioni estreme, abbandonati a loro stessi e completamente invisibili agli occhi di coloro che avevano promesso di amarli e di prendersi cura di loro.

Gatto Chamade

E la storia di Chamade è proprio la storia di un gatto trascurato. Perché quando questo felino è arrivato al rifugio, i volontari non riuscivano a credere ai loro occhi.

E di cose assurde e terribili, i volontari dei rifugi per animali ne hanno viste molte. Il nostro amico a quattro zampe era ricoperto da dreadlocks.

Avete presente la classica pettinatura composta da nodi nei capelli? Chamade ce l’aveva nel pelo ed in particolare nella schiena, nei punti cioè in cui non poteva leccarsi.

Gatto sdraiato

Il suo stato di completo abbandono era dunque visibile. Per anni quel gatto era stato abbandonato a se stesso e trascurato in maniera terribile.

Quando Chamade è arrivato al Le Radeau Des Animaux, un rifugio per animali che si trova a Ferel, una regione francese della Bretagna, le sue condizioni erano terribili.

Il nostro amico a quattro zampe era fortemente obeso e il suo pelo così trascurato da aver formato più di un chilo di dreadlocks sulla sua schiena.

Un chilo di pelo aggrovigliato in nodi che dunque gli gravava sulla schiena, provocandogli notevoli problemi di salute.

La storia del gatto Chamade

I volontari del rifugio hanno lavorato moltissimo per sistemare il nostro amico a quattro zampe.

Dopo un lungo e e attento lavoro, tutti i dreadlocks sono spariti dalla schiena di Chamade, donandogli di nuovo un aspetto normale.

E le buone notizie per lui non sono finite così. Perché nel giro di pochissimo tempo, il nostro amico a quattro zampe ha anche ricevuto la sua prima richiesta di adozione. Oggi Chamade vive nella sua nuova casa, finalmente amato e felice.