Cuccioli di Turco Van, punti deboli: quali sono le loro fragilità e a cosa fare attenzione

Cuccioli di Turco Van e punti deboli, cosa fare? Vediamo quali sono le parti del corpo più delicate di Micio e capiamo come intervenire per farlo stare meglio.

cuccioli di turco van punti deboli

Cuccioli di Turco Van e punti deboli, cosa c’è da sapere? Ogni gatto ha le proprie caratteristiche fisiche. Di conseguenza a questo, ognuno di loro potrebbe presentare delle caratteristiche particolari che possono renderlo più o meno debole o delicato di altri esemplari. Nel caso dei cuccioli di Turco Van, quali sono i punti deboli da considerare per poter prevenire al meglio ogni piccolo problema di salute? Scopriamolo insieme, analizzando le caratteristiche di questi meravigliosi esemplari.

Cuccioli di Turco Van e punti deboli, prevenzione

Quando prendiamo un cucciolo, a prescindere dalla sua razza, ci informiamo su come farlo vivere al meglio. Ci preoccupiamo di procurarci il cibo migliore, i giochi più sicuri e i lettini più comodi.

Ma siamo sicuri di sapere cosa serva davvero al nostro micio? In linea di massima, le cure di base per i felini sono sempre le stesse. Dobbiamo occuparci della pulizia del nostro piccolo quattro zampe e, soprattutto, delle sue parti delicate quali occhi, orecchie o muso.

cuccioli di turco van punti deboli

Quello che forse non sempre sappiamo e consideriamo, è che ogni cucciolo è un caso a sé. Soprattutto quando consociamo la sua razza, è possibile prevenire delle patologie o dei problemi particolari di salute. Questo perché, geneticamente, alcune razze, possono essere esposte a determinate patologie più di altre.

Così, informarci, ci aiuta a capire come comportarci e come intervenire nel caso in cui dovesse succedere qualcosa. Nel caso dei cuccioli di Turco Van, quali sono i suoi punti deboli? Come possiamo aiutarli per farli vivere bene? Scopriamo insieme quello che serve affinché il nostro cucciolo possa crescere sano e felice.

Prestiamo attenzione alla cura degli occhi

Se parliamo di punti deboli per i nostri piccoli felini, sicuramente dobbiamo considerare la cura dei loro occhi. Anche per i piccoli cuccioli di Turco Van serve un’attenzione particolare. Essendo l’unica parte a cui non arrivano per pulirla, quella degli occhi è l’unica zona di cui dobbiamo occuparci interamente noi.

Soprattutto per i piccoli che passano molto tempo fuori, è fondamentale praticare una routine di pulizia. Gli occhi, rappresentano infatti una delle zone più delicate del corpo del nostro piccolo felino. Possibile sede di stanziamento per batteri e parassiti, l’occhio è soggetto spesso a irritazioni e/o infezioni.

Prima che il nostro micio le contragga, possiamo provare a prevenire il tutto. Per i meno esperti, di seguito, qualche consiglio su come pulire gli occhi dei nostri piccoli amici a quattro zampe.

Innanzitutto, bisogna procurarsi un asciugamano abbastanza spazioso con cui avvolgere il nostro felino e provare a tenerlo fermo. Siamo costretti a farlo perché potrebbe ribellarsi e procurarci qualche graffio di troppo. Un consiglio è quello di procurarsi anche dell’acqua distillata con un po’ di sale che potrebbe aiutare a disinfettare dei probabili graffi, seppur minuscoli e non visibili presenti in quella zona.

cuccioli di turco van socializzazione

A questo punto, bisogna prendere un dischetto di cotone oppure un batuffolo di ovatta. Assicuriamoci di non toccare la pupilla in nessun modo e procediamo con un lavaggio molto delicato. Non è mai consigliato strisciare l’ovatta.

Piuttosto è il caso di tamponare sulla parte e ripetere più volte la procedura, se risulta necessario. A questo punto, è possibile asciugare per bene gli occhi.

Una volta terminato il tutto, è bene non dimenticare di premiare il tuo gattino! Tieni pronto uno snack e daglielo come ricompensa.

Nel caso in cui il gatto passi molto tempo all’esterno, è possibile lavargli gli occhi anche tre volte a settimana. Lavarli con cura serve a prevenire le patologie più comuni che colpiscono questa parte del corpo molto delicata.

Cuccioli di Turco Van e punti deboli, alimentazione

Se parliamo di cuccioli di Turco Van e di punti deboli, dobbiamo parlare della loro alimentazione. Sembra infatti che questi esemplari tendano a sviluppare facilmente delle intolleranze. La più comune, ma presente in molte razze, è quella al lattosio. Un po’ tutti i gatti sembrano soffrirne, seppur a livelli differenti.

Tuttavia, lo stomaco dei cuccioli di Turco Van è molto più debole del “normale”. Per questo motivo bisogna prestare molta attenzione a cosa gli diamo da mangiare. Se le intolleranze vengono diagnosticate già dalle prime settimane di vita del cucciolo, allora basterà semplicemente evitare la somministrazione dell’alimento non consentito.

cuccioli di turco van socializzazione

In molti casi, però, le intolleranze si sviluppano nel corso del tempo. Così è molto utile saper riconoscere i sintomi che devono farci scattare il campanellino d’allarme. Tra questi troviamo sicuramente dei dolori addominali nel nostro cucciolo, molto più frequenti dopo i pasti principali.

Nella maggior parte dei casi, questi, saranno seguiti da vomito e diarrea. La conseguenza principale sarà un brusco dimagrimento del nostro cucciolo a quattro zampe. Se dovessimo notare qualcosa del genere, è il caso di contattare immediatamente il veterinario. Quest’ultimo effettuerà dei test che in poche ore ci faranno chiarezza sulle condizioni fisiche del nostro peloso.

Per i padroncini più premurosi, è possibile consultare una piccola guida sui cibi umani preferiti dai nostri felini. Ovviamente, ogni alimento indicato è commestibile per il gatto e, soprattutto, sano. Alla base di un gatto in salute, infatti, vi è sempre un’alimentazione sana ed equilibrata.

Cura dell’igiene orale

Un altro piccolo punto debole del nostro cucciolo di Turco Van, riguarda la sua bocca. Sembra infatti che i piccoli abbiano delle gengive molto delicate. Soprattutto in tenera età, questo, li rende soggetti a gengiviti frequenti e a stomatite. Nel corso del tempo, con una corretta igiene orale o con delle attenzione agli alimenti da somministrare, il problema diventa meno frequente.

È quindi il caso di lavare spesso i dentini del nostro piccolo amico a quattro zampe. Questo a volte può non essere proprio semplice. Serviranno tanta pazienza e, soprattutto, molta determinazione. Non dimentichiamo mai di premiarli alla fine di tutto!

Questi problemi che colpiscono il cavo orale del nostro cucciolo non sono nulla di particolarmente grave, ma comunque è bene gestirli sin dalle prime comparse.

Per quanto riguarda gli alimenti, invece, è il caso di evitare quelli particolarmente irritanti o troppo croccanti. Per avere qualche consiglio in più è sempre fondamentale una chiacchierata col proprio veterinario che può dare tutte le risposte ricercate.