FIP nel gatto: che cosa è?

Spieghiamo cosa è la FIP nel gatto, come avviene il contagio della malattia, quali sono i suoi sintomi, terapia e prevenzione.

La FIP è una delle malattie gravi e mortali più conosciute e più comuni, insieme alla FeLV e alla FIV. Vediamo nel dettaglio cosa è la FIP nel gatto.

Cos’è la FIP

La FIP, Peritonite infettiva felina, è una malattia mortale causata un ceppo di virus chiamato Coronavirus felino (FCoV). L’infezione da coronavirus, nella maggior parte dei casi non causa disturbi seri, ma provoca soltanto una lieve diarrea, per poi guarire in maniera spontanea. In alcuni casi però, il virus può subire una mutazione nell’organismo del gatto infetto, causando la FIP. Il virus della FIP si diffonde invadendo e danneggiando gli organi interni. Il coronavirus che non causa la comparsa della malattia viene chiamato FECV, ovvero Coronavirus enterico felino.

Come avviene il contagio da FIP

L’innocuo virus FECV, inizialmente, vive all’interno delle cellule del tratto intestinale e si propaga nelle feci del gatto. I gatti contraggono il virus ingerendolo quando mangiano o si leccano il pelo. Il virus mutante ed infetto della FIP che causa la malattia, al contrario di quello della FECV, non è generalmente ritenuto contagioso per altri gatti. L’esatta causa della mutazione del virus non è ancora stata scoperta. Il virus della FIP vive all’interno dei globuli bianchi e non nell’intestino, per questo motivo, quando il virus subisce la mutazione, non si propaga nelle feci.

Tipologie della malattia

La malattia può diffondersi in tre diverse forme:

  • Forma umida. Questa forma della malattia comporta un accumulo di fluido nelle cavità del corpo come l’addome e il petto, causando distensione addominale e difficoltà respiratorie.
  • Forma secca. In questa forma della malattia si vengono a creare lesioni dovute ad infiammazione in tutto il corpo del gatto, inclusi occhi, reni, fegato e sistema nervoso. I sintomi variano a seconda di quale sia l’organo più infetto dalla malattia.
  • Forma mista. Questa forma della malattia presenta sia l’accumulo di fluido, sia le lesioni dovute alle infiammazioni.

Quali sono i sintomi della FIP

I sintomi della FIP non sono unici, e sono comuni anche ad altre malattie come la FeLV e la FIV, per questo a volte può essere difficile individuare la malattia.
Sintomi comuni della malattia:

  • Perdita di appetito
  • Perdita di peso
  • Letargia
  • Febbre non responsiva agli antibiotici
  • Infiammazione agli occhi, ai reni, al fegato e al sistema nervoso
  • Diarrea
  • Vomito
  • Anemia
  • Difficoltà respiratorie

Terapia e prevenzione della FIP

Purtroppo non esiste una terapia efficace nei confronti di questa malattia. Controlli periodici per evitare l’insorgere di altre patologie e forme virali secondarie sono necessari. È inoltre necessario verificare che altri esemplari venuti in contatto con il soggetto non abbiano contratto il coronavirus FECV, poiché in alcuni casi potrebbe mutare e causare l’insorgere della FIP.

La prevenzione della malattia non è semplice, poiché non è ancora chiaro cosa provochi la mutazione del virus da FECV a FIP, per questo motivo molti fattori potrebbero contribuire allo sviluppo della malattia. Inoltre, purtroppo, al giorno d’oggi non esiste ancora un vaccino efficace contro la FIP. Minimizzate il più possibile l’esposizione del gatto alle cause di malattie infettive e ricordatevi di portare il vostro micio dal veterinario per esami frequenti e richiami dei vaccini. Infine, mantenete la lettiera del vostro gatto pulita in maniera regolare e non posizionatela mai vicino alle ciotole dell’acqua e del cibo.