Gattino impaurito? Consigli utili

Il nostro gattino è impaurito e non sappiamo che fare? Quali sono le cause? Vediamo come possiamo comportarci per aiutarlo a tranquillizzarsi

gatto impaurito

Può capitare che il nostro gattino sia impaurito e spaventato. Come capiamo se c’è qualcosa che lo turba? E soprattutto: cosa possiamo fare per aiutarlo a tranquillizzarsi? Vediamo qualche consiglio sul comportamento da assumere in questi casi.

Gattino impaurito: atteggiamenti

gattino nascosto nel letto

Da cosa possiamo accorgerci se un gattino è impaurito? Da buoni padroncini quali dobbiamo essere, dovremmo sempre fare caso precisamente ad ogni suo movimento e atteggiamento, proprio per capire se ci sono cose che lo turbano.

Quali sono i segnali più evidenti che ci fanno capire che il nostro gattino è impaurito? Possiamo dividere i modi di agire del gattino in due categorie: la prima riguarda segnali tipici del comportamento, la seconda invece atteggiamenti più fisici.

Vediamo gli aspetti legati al comportamento. Il gattino tende a nascondersi negli angoli più remoti della casa o sotto qualche mobile? Ha sicuramente percepito una sensazione di pericolo che lo ha portato a isolarsi da tutti, cercando, in solitudine, un luogo dove sentirsi al sicuro.

Scappa ad ogni minimo movimento o avvicinamento da parte degli umani, anche del suo stesso padrone? Non vuole contatti con nessuno perché reputa che questi possano essere possibili nemici che vogliono fargli del male: così si nasconde. Non dimentichiamoci la sua indole di felino.

gattino nascosto

È molto più aggressivo del solito? Da cosa lo capiamo? Tira fuori le unghie e tende a graffiare, soffia o si irrigidisce quando qualcuno si avvicina, corre all’impazzata o si muove a scatti: è palese che qualcosa lo turba.

Vediamo ora gli aspetti legati più al livello fisico. Prima cosa essenziale: controllare le feci e le urine. Se il gattino fa i suoi bisogni in posti strani, non nella lettiera ma in giro per la casa, significa che qualcosa non va. Non avendo più pieno controllo del suo corpo, non trattiene niente e può urinare o defecare dove capita.

Se poi abbassa le orecchie, si accuccia e si irrigidisce all’improvviso, dilata le pupille e spalanca gli occhi, significa che non si sente bene o al sicuro nell’ambiente in cui si trova.

Possibili cause?

gattini nascosti

Sicuramente un buon padroncino può accorgersi quando c’è qualcosa che non va nel suo cucciolo. Nel momento in cui ci si trova di fronte a comportamenti o atteggiamenti anomali rispetto alla quotidianità a cui siamo abituati, bisogna prendere provvedimenti.

Quali possono essere le cause che spingono un gattino ad avere paura di qualcosa? Sicuramente, tutti i sintomi visti sopra hanno origine da possibili traumi, di natura sia fisica che psicologica.

Se abbiamo altri animali in casa di qualunque specie, non dobbiamo sottovalutare il fattore territorialità: sappiamo quanto il gatto voglia prendere completa padronanza del luogo in cui vive. Qualora questo venisse minacciato dalla presenza di qualche altro animale, il gatto non sarebbe più l’unico vero padrone e, di conseguenza, potrebbe sviluppare atteggiamenti strani perché si sente meno importante.

gattino spaventato

Oltre a questo, prendiamo in considerazione anche il comportamento di noi padroncini: siamo sicuri di dare al nostro cucciolo tutte le attenzioni che si merita? Il gatto è molto suscettibile in questo ambito, tanto che potrebbe sentirsi trascurato ad ogni nostra minima mancanza. In tal caso, ci considererebbe dei nemici da cui stare lontano, perché, non dandogli quello che lui richiede, potremmo essere delle minacce per lui.

La paura poi di un qualunque estraneo che entri in casa è normalissima e presente quasi sempre: una possibile preda irraggiungibile che minaccia il territorio del gattino non può essere accettata nel suo habitat.

Fra le varie cose che un gatto non sopporta, ce ne sono alcune che possono sviluppare traumi particolari: ad esempio, i rumori forti, come quelli provocati da elettrodomestici in funzione, o semplicemente atteggiamenti troppo invadenti o pesanti di bambini (ma anche adulti) che hanno sbagliato approccio per giocare con lui, possono causare lo spavento in un gatto.

Come rimediamo?

gattino impaurito

Prima di fare di testa nostra, è preferibile contattare un veterinario. Lui ci potrà dare possibili rimedi, non solo a livello di farmaci che tranquillizzano il gattino impaurito, ma anche riguardo l’atteggiamento da assumere per migliorare la sua vita. Vediamo intanto qualche suggerimento.

In relazione al rapporto con l’umano, potremmo provare alcune tecniche: per quanto riguarda il nuovo entrato, egli deve essere accettato dal gattino, senza essere percepito subito un pericolo per lui. Come fare?

La cuccia del gattino potrebbe essere messa in un punto strategico della casa: da qui, il felino potrà controllare ogni movimento della casa, senza cadere in possibili e improvvise sorprese. Così si tranquillizzerà all’arrivo di nuove persone e proverà a percepirle da subito in modo più rilassato.

gattino pupille dilatate

In generale comunque, sia l’estraneo che il padrone, di fronte al gattino impaurito, possono utilizzare il cibo: allungando pian piano il palmo della mano pieno di cibo, ci si avvicina al gattino con molta calma. Lui riconoscerà l’odore delle crocchette e di conseguenza capirà che l’uomo non è davvero un pericolo: anzi, lo percepirà come un gesto importante che lo porterà a fidarsi.

La paura di un altro animale è chiaramente legata alla territorialità: il gatto pretende di essere l’unico padrone del luogo. Come gestirla?

Sicuramente il padroncino dovrà fare in modo che nessuno degli animali si senta ‘escluso’, trattando tutti ugualmente: attenzioni, coccole, cibo, tempo per giocare etc. Tutto questo evita che qualunque amico a 4 zampe sia spaventato dall’idea di essere la seconda scelta del suo padroncino.

gattino nascosto

Per il fattore frastuoni o oggetti particolari, è importante fare attenzione all’uso che se ne fa: distrarre il gattino impaurito mentre la lavatrice è in funzione può essere un buon metodo per tranquillizzarlo. Oltre a questo, non dimentichiamo che le coccole o il cibo sono sempre ottimi fattori per conquistare la fiducia del piccolo e dimostrargli che può sentirsi al sicuro se noi siamo insieme a lui.

Comunque, ridurre i rumori forti fin quanto è possibile, può essere sempre un buon punto di partenza per aiutarlo a sentirsi più al sicuro.

Tutti questi sono consigli che possono aiutare il nostro gattino impaurito a sentirsi meno solo, meno spaventato e soprattutto gli possono dare l’idea che ci interessa la sua tranquillità. Noi saremo i suoi amici per tutta la vita: è bene che ci preoccupiamo del suo star bene fisico e mentale.