Gatto anziano porta in casa un altro gatto che si trasferisce lì

Il gatto Mic, portatore sano di solidarietà, ha portato in casa un altro gatto che poi è stato adottato dalla famiglia

Chiunque abbia un gatto o un cane sa quanto questi animali siano in grado di insegnarci sempre qualcosa. Ci sanno trasmettere dei valori importanti con una naturalezza davvero stupefacente. L’amicizia, l’amore, ma anche la solidarietà sembra che siano proprio nel DNA dei nostri quattrozampe. Oggi vi raccontiamo una storia in cui a fare da padrone sono proprio amicizia e solidarietà. Un gatto, infatti, ha portato a casa sua un suo amico che si è trasferito, in un momento successivo, definitivamente lì.

Quesa storia è stata raccontata a The Animal Rescue Site da una donna, Leslie Winkler residente a Seneca, in Carolina del Sud. La donna inizia così il suo racconto “Ho avuto gatti per tutta la vita. Nel corso degli anni, li abbiamo persi tutti, tranne due, a causa di qualcosa: cancro, insufficienza renale, solo per citarne alcuni. Il mio diciassettenne Cotton è morto un venerdì. Eravamo devastati e anche il nostro vecchio gatto Mic stava soffrendo. Avevamo deciso che non volevamo un altro gatto.”

gattino nero

Tre giorni dopo, però, la vita sconvolge i piani della donna. Il suo gatto Mic, infatti, porta a casa un gatto molto grasso e soffice che inizialmente credono femmina per via dell’affetto c’era tra i due felini. Il gatto, però, è molto irascibile, al punto che Leslie e la sua famiglia non possono nemmeno avvicinarsi. Poco dopo, si accorgono che quella che credevano una gatta era, in realtà, un gatto.

gatto nero

Quakche tempo dopo, il nuovo arrivato, comincia a stare male. Non c’è modo di avvicinarlo, Leslie Winkler deve dargli cibo e medicine tenendosi a distanza. Appena guarito, all’orizzonte c’è un altro problema. Il gatto insieme a Mic iniziano a litigare con un altro felino. In questa lotta, il nuovo arrivato viene picchiato brutalmente. Solo a questo punto si lascia prendere e portare dal veterinario. Dopo essere guarito, finalmente il gatto acquista fiducia nei suoi umani e si trasferisce definitivamente da loro.

“È diventato il gattino più dolce, amorevole e riconoscente che abbia mai conosciuto. È ancora ombroso con estranei e voci o rumori strani, ma ama la sua famiglia. Lo abbiamo chiamato Benjen ed è con noi da quattro anni.” Queste sempre le parole della Winkler.

Benjen ha avuto una seconda possibilità grazie a questa donna e anche grazie al gatto Mic, senza cui tutto questo non sarebbe stato possibile.

Leggi anche: Un rifugio per gatti è indagato per aver usato il congelamento di animali vivi come forma di eutanasia

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati