Sri Lanka, il gatto selvatico più piccolo al mondo

Il gatto selvatico più piccolo al mondo vive in Sri Lanka ed è stato reso famoso da una serie tv. Ha degli occhi dolcissimi e la propensione all'avventura

prionailurus rubiginosus gatto

Il gatto selvatico più piccolo al mondo vive in Sri Lanka. La sua storia è stata recentemente raccontata dalla Bbc nella serie televisiva Big Cats, l’episodio più recente ha proprio come protagonista un micio maculato quasi adulto che vive nell’isola dell’Oceano Indiano.

Il gattino va in giro per la foresta, salta nell’acqua e va in esplorazione in cerca di cibo. Si gode l’aspetto selvaggio del suo habitat naturale, dando prova di grande agilità e prontezza di spirito.

La razza

gatto rugginoso

La sua razza si chiama prionailurus rubiginosus e si può trovare in India, Terai e Nepal. Questi felini possono essere lunghi dai 35 ai 48 centimetri e sono attivi soprattutto di notte, anche se a volte è possibile incontrarli pure di giorno.

Spesso si rifugiano all’interno degli alberi o nelle grotte per non farsi prendere dai predatori, e si nutrono soprattutto di roditori e di uccelli. Se è necessario possono mangiare anche rane o insetti. Per via del loro pelo vengono spesso descritti come la versione in miniatura dei leopardi, con uno sguardo talmente dolce da incantare chiunque abbia la fortuna di incontrarli.

Gatto in miniatura

Il gatto selvatico più piccolo al mondo riesce a stare addirittura all’interno del palmo di una mano. Il suo manto maculato gli conferisce un fascino e una bellezza fuori dal comune.

Ricorda un po’ il gatto del bengala, nato dall’incrocio del felino leopardo asiatico e un esemplare domestico nero: l’idea era quella di ottenere un micio dall’aspetto selvatico ma dal carattere affettuoso.

A rischio d’estinzione

gatto rugginoso dello sri lanka

I gatti rugginosi sfortunatamente sono quasi a rischio di estinzione perché il loro habitat naturale in Sri Lanka è stato invaso dalle coltivazioni incontrollate, che hanno contribuito alla morte di diversi esemplari. L’impiego molto diffuso di insetticidi e pesticidi è fonte di preoccupazione.

Molto spesso vive in compagnia dell’uomo, adattandosi ad ambienti modificati. Date le sue piccole dimensioni è perfetto per tenere lontani i topi, l’importante però è che gli si mostri tolleranza e rispetto.