Gatto Siberiano: come lavarlo

Questa razza russa dalle origini antiche manifesta una tolleranza per l'acqua alquanto insolita per un gatto. Ecco come lavare un Siberiano.

siberiano su vasca da bagno

Il Gatto Siberiano, contrariamente a molti gatti che manifestano una certa diffidenza o addirittura paura dell’acqua, non la disdegnano poi così tanto. Questo porta alcune persone a chiedersi se sia possibile o consigliabile lavarlo, e come. Scopriamolo in questo articolo.

siberiano gioca con l'acqua

È bene precisare che nonostante tollerino l’acqua e amino a volte giocarci dentro, i Siberiani non sono i candidati ideali per un bagno frequente: essi di solito vengono lavati solo qualche giorno prima di un’esposizione per rendere il pelo lucente, ma in generale non ne hanno molto bisogno. Sono inoltre dotati di un pelo lungo ed estremamente fitto, non semplice da gestire; lavarlo troppo spesso lo priva degli oli che lo mantengono in salute e proteggono l’animale dal freddo.

siberiano fa il bagnetto

Cominciate con l’abituare il vostro gatto alla stanza da bagno, all’acqua e al rumore del phon: è un’impresa relativamente semplice nel caso dei Siberiani, ma ricordate che un gatto spaventato diventerà aggressivo e perderà fiducia in voi, quindi non abbiate fretta e concedetegli tutto il tempo di cui ha bisogno. Un primo approccio può consistere nel limitarsi a detergerlo con un panno bagnato (esistono anche delle salviette apposite per animali) e procedere con il bagno vero e proprio in un’altra occasione.

Assicuratevi che l’acqua sia abbastanza calda e che lo shampoo che state per utilizzare sia specifico per gatti (e possibilmente per gatti a pelo lungo): oltre a essere meno aggressivo, infatti, sarà assolutamente innocuo nell’eventualità che il micio si lecchi il pelo mentre lo state lavando.

siberiano a bordo vasca

Inumidite il pelo con l’acqua e versate una piccola quantità di shampoo sul pelo, massaggiando in modo energico ma non troppo. Le zone solitamente più grasse sono dietro le orecchie, sulle zampe, attorno al collo e sulla coda.

Sciacquate avendo particolare cura di non far entrare acqua nelle orecchie dell’animale, e ripetete l’operazione; c’è chi usa del balsamo o diversi shampoo, ognuno con proprietà diverse (volumizzanti, emollienti, sgrassanti) ma se non avete particolari esigenze potete farne a meno. Risciacquate e controllate che non vi siano più tracce di shampoo, poiché una volta asciugatosi rischia di appesantire il pelo e annodarlo immediatamente.

siberiani a fine bagnetto

L’asciugatura è forse la fase più lunga e delicata nel caso del Siberiano, a causa della particolare pelliccia di cui è dotato. Tamponatelo con un asciugamano e poi passate al phon partendo dalla testa e procedendo via via lungo il resto del corpo pettinando il pelo in modo che non si formino nodi.

Quando avrete finito verificate che non vi siano zone ancora umide né tantomeno bagnate: ci vorrà un po’ ma il micio deve essere completamente asciutto alla fine del bagnetto, altrimenti rischia di ammalarsi.