Grumpy Cat: è morto il gatto musone più social e ricco del mondo

Grumpy Cat era conosciuta da tutti per quell'aria sempre imbronciata che la fece diventare ricca e famosa; il 14 maggio è venuta a mancare.

gatto-arrabbiato

Grumpy Cat ovvero ” gatto musone”, per via dell’espressione sempre imbronciata, è venuta a mancare il 14 Maggio 2019. Era considerata uno dei gatti più ricchi e social del mondo.

Con un messaggio su Twitter è stata annunciata la morte di Grumpy Cat, il 14 maggio 2019 a causa di una infezione alle vie urinarie. Sul comunicato è scritto che si è spenta a casa, tra le braccia della sua amata proprietaria Tabatha.

messaggio-che-è-morto-gatto-musone

In suo onore vorremmo ripercorrere la sua storia, affinché non venga mai dimenticata. Grumpy Cat all’origine, non si chiamava così. Il suo vero nome era Tardar Sauce, e nel 2012 era stata adottata da una cameriera dell’Arizona: Tabatha Bundesen. La prima cosa che saltava agli occhi nel vederla, era il suo viso sempre imbronciato. La sua fama si deve ad un post con foto, pubblicato dal fratello di Tabatha Bundesen, sul sito web Reddit dove gli utenti possono pubblicare delle social news e tutto ciò che riguarda l’intrattenimento. Insomma quella foto fece il giro del mondo e Tardar Sauce fu ribattezzata Grumpy Cat ovvero gatto brontolone. Solo dopo due anni dalla pubblicazione di quella foto, il profilo facebook ” The Official Grumpy Cat” aveva più di 10 milioni di like.

Quell’aria sempre imbronciata, si deve al suo muso piuttosto schiacciato, a causa di una patologia, chiamata nanismo felino. Ma, non fatevi ingannare, in realtà Grumpy Cat era una gatta dolcissimae affettuosa.

Comunque in giro di poco tempo divenne uno dei gatti più social del mondo, che oggi conta quasi 2,5 milioni di follower su Instagram.

La notorietà di Grumpy Cat accrebbe poi, grazie, all’associare la sua faccia numerosi meme che sono diventati virali. La gatta è stata ospite a moltissime trasmissioni televisive americane e nel 2014 è addirittura comparsa  nella pubblicità dei cereali Cheerios. Per non parlare poi che divenne testimonial per la Friskies, il noto marchio per i cibo animale.

gatto-con-cappello

Naturalmente tutta questa notorietà doveva essere ben gestita, tanto che la sua proprietaria nominò un manager che potesse occuparsi della pubblicità, della sua immagine e di tutta la parte relativa a merchandising e contratti. Il suo manager era Ben Lashes,  specializzato nel trovare e avviare alla carriera i talenti scovati su Internet. Il fratello di Tabatha, invece, divenne l’amministratore della pagina Facebook, del Sito Internet, del canale You Tube, Twitter, Instagram.

gatto-imbronciato-su-sfondo-nero

La sua proprietaria, comunque, teneva in particolar modo alla salute della sua gatta, tanto che cercava di limitare gli shooting fotografici a una volta alla settimana.

La sua vita comunque era abbastanza frenetica e le venivano riservati trattamenti uguali a quelli di una persona particolarmente famosa: viaggiava solo in voli di prima classe, aveva una acconciatrice che la seguiva in ogni trasferta, stanze d’albergo di lusso che condivideva insieme ai suoi accompagnatori e un’ assistente personale che gestiva la sua ” giornata”.

Diventò un vero e proprio brand, con numerosi gadget autorizzati, come magliette tazze, peluche che riproducevano le sue fattezze. Addirittura nel 2016 il Madame Tussauds  le dedicò una statua con le sue fattezze.

gatto-al-madame-tussauds

Per quanto riguarda il mondo del cinema, troviamo Grumpy Cat come ospite agli MTV Movie Awards del 2014 e come attrice protagonista nel film di Natale, per la televisione, del 2014 ” Grumpy Cat’s Worst Christmas Ever”. Qui interpreta un  gatto solitario e scontroso che vive in un negozio di animali in un grande centro commerciale. purtroppo la chiusura del negozio è imminente e la gatta è particolarmente amareggiata perchè non sa cosa le riserva il futuro. Ad un certo punto fa amicizia con una bambina dodicenne e entrambe scoprono di poter comunicare tra loro.

copertina-dvd-con-gatto-imbronciato

Grumpy Cat ha poi all’attivo, numerosi libri ,calendari e gadget.

Nel 2018 Tabatha ha intentato una causa contro il marchio di caffè ” Grenade” che aveva commercializzato un cappuccino che si chiamava Grumppuccino, che richiamava proprio l’associazione dei nomi “grumpy” e “cappuccino”.  La causa poi fu vinta da Tabatha, che ricevette una somma di oltre 700 mila dollari come risarcimento.

meme-su-gatto-imbronciato

Fino ad oggi Grumpy cat è stata uno dei gatti più seguiti nella rete, nonchè uno dei più ricchi. La sua scomparsa ha lasciato senza parole tutti i suoi fan.

Ma, sicuramente, tutti i suoi pazzeschi meme, continueranno a perdurare ancora per moltissimi anni.

buon viaggio piccolina!