Il test che afferma di poterti dire se il tuo gatto è psicopatico

Vi parliamo del test che promette di dirvi se il vostro gatto è psicopatico o meno. Curiosi? Non vi resta che continuare a leggere

Se talvolta, osservando il vostro animale domestico, vi è capitato di pensare che potesse essere pazzo siete finiti nell’articolo giusto. Oggi, infatti, vi parleremo di un test che afferma di poter dire se un gatto è psicopatico o meno. Se siete curiosi di scoprire altro, non vi resta che continuare a leggere.

In uno studio pubblicato sul Journal of Research in Personality, i ricercatori hanno creato un test di 46 domande per determinare se un gatto mostra comportamenti coerenti con la psicopatia. Il test conosciuto come test CAT-Tri+ può essere effettuato in casa dal proprietario del gatto e include istruzioni su come interpretare i risultati. Il test misura il livello di audacia, meschinità e inibizione. Questi valori costituiscono il modello triarchico della psicopatia negli esseri umani.

I ricercatori hanno utilizzato questo test per valutare un numero di gatti pari a circa 2000, perfezionandolo di volta in volta. Secondo quanto riportato nello studio “la disinibizione e l’ostilità verso gli animali domestici predicevano una relazione di qualità superiore con il proprietario del gatto; meschinità e audacia prevedevano un rapporto di qualità inferiore”. Il test nasce infatti per aiutare il proprietario nel rapportarsi meglio con il gatto.

A seconda del livello dei tre valori presenti nel modello triarchico il padrone può capire come migliorare la vita del proprio gatto. Infatti, come si evince dallo studio “Un gatto che ha un punteggio alto nella scala dell’audacia può trarre beneficio da alti e grandi tiragraffi. Questi risultati CAT-Tri+ infatti suggeriscono che un gatto audace si diverte ad esplorare ed arrampicarsi”. Il test, inoltre, si rivela utile per essere utilizzato anche nei rifugi dove potrebbe essere utile per collocare meglio il gatto in una famiglia adatta.

Questo test, se usato per gli scopi sopra descritti, potrebbe essere davvero utile per rapportarsi meglio con il proprio gatto. Speriamo di potervi dare presto ulteriori aggiornamenti a riguardo.

Leggi anche:5 segnali che indicano che il gatto è pazzo di te

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati