Maggie, la gattina che si è tuffata in un vaso di erba gatta (VIDEO)

maggie gattina che si è tuffata su erba gatta

Non è certo una novità la passione dei gatti per l’esplorazione, anzi, è ben risaputa quale sia la loro opinione in merito (se solo potessero parlare). Non nascondiamoci dietro un dito, i nostri amici felini potrebbero passare giornate a scoprire nuove cose senza mai stancarsi.

maggie gatta casa anna hoffman

Questo comportamento, o per meglio dire, questo loro amore che alimenta e sviluppa sempre più una già esaltata curiosità, spesso li può portare a situazioni esilaranti. Anna Yvette Hoffman è una donna inglese che vive con molti animali in casa.

8 gatti, 3 porcellini, due cani e altrettanti canarini; di certo a casa Hoffman la compagnia non manca mai. Anna coltiva ormai da anni dell’erba gatta, idea che gli venne dopo aver visto dei video tutorial su internet.

maggie erba gatta gattina

La donna conosce quelli che sono gli effetti di questa pianta sui suoi gatti, perciò li tiene a debita distanza, grazie a dei vasi sospesi, quasi irraggiungibili.

Ecco, noi ci soffermeremo proprio sul quella parola, “quasi“, che lascia carta bianca alla nostra fantasia.

maggie gatta amici animali casa

Sappiate che, fra gli 8 gatti, c’è una esploratrice nata, che adora trascorrere le sue giornate stando all’aria aperta, fra gli alberi e la vegetazione. Il suo nome è Maggie ed è una gattina senza limiti, capace di arrivare anche sulla luna, se solo lo volesse.

Adesso prendete il fattore Maggie, sommatelo alla coltivazione in giardino di erba gatta e come risultato usciranno fuori due video imperdibili. Le risa degli utenti sui social sono a dir poco comprensibili.

Anna assistette alla scena dalla finestra della cucina, ma quando se ne accorse fu troppo tardi. Oramai Maggie si era impossessata della piantina, quell’erba gatta era completamente di sua proprietà e nessun avrebbe avuto da ridire.

maggie gattina effetti pianta giardino

Pensiamo davvero che quello sia stato il giorno più bello di questa gattina esploratrice; di certo (e questo lo conferma la proprietaria) fu vero e proprio “sballo”.