Pepe: il gatto adottato e abbandonato in un solo giorno

gatto-bianco-e-grigio

Pepe è un gatto, residente a Crema, che, dopo aver vagato alcuni giorni per la strada, in quanto il suo proprietario era deceduto, fu aiutato dall’Associazione Arischiogatti. Una famiglia lo adottò e solo dopo 24 ore lo riconsegnò all’associazione perché inadatto.

Vogliamo parlarvi di una storia davvero particolare che ha per protagonista un gatto e degli umani privi di scrupolo. Il gatto si chiama Pepe e la sua storia è alquanto singolare e a tratti inverosimile! ora andremo a raccontarvela e capirete il perché.

gatto-su-letto

Pepe era un gatto di circa un anno, quando purtroppo il suo proprietario morì! Nessuno della famiglia del defunto si volle prendere cura del gatto, che fu messo alla porta! Seguirono giorni davvero duri per Pepe, per niente abituato alla vita di strada. Per fortuna venne raccolto da una volontaria dell’Associazione Arischiogatti di Crema, che provvedé a tutte le cure necessarie. Rimessosi in forze era giunto per lo sfortunato Pepe il momento di trovare una famiglia, che si sarebbe occupata di lui per sempre.

primo-piano-di-gatto

Una famiglia venne trovata! Una famiglia che si pensava fosse quella giusta, poiché si erano rivolti all’Associazione in trepidante fermento e pronti ad ospitare il gatto dalla Vigilia di Natale. Visto i tempi ristretti, l’Associazione rimandò il giorno dell’adozione al 26 Dicembre!

Solo dopo 24 ore dopo aver adottato Pepe, la famiglia telefonò all’associazione, dichiarando che avrebbero riportato il gatto nel rifugio. Il motivo? Semplice e banale al contempo: “saltava sui letti e sul tavolo”. Si avete capito proprio bene! Quella famiglia che si era offerta per donare una nuova vita a Pepe, lo stava abbandonando nuovamente per il semplice fatto di saltare sul letto o sul tavolo!

gatto-con-occhi-verdi

Così Pepe venne riconsegnato all’Associazione, che pubblicò, tramite Facebook, un post che raccontava la terribile disavventura capitata al povero micio.

Subito vennero raccolte tantissime richieste di adozione e infine fu scelta una famiglia di quattro persone, tra cui c’erano anche due bambine. Andarono a prenderlo il giorno di Capodanno e fin da subito Pepe si fece prendere in braccio dal padre delle due bimbe. Fu condotto nella sua nuova casa e se all’inizio, a causa dei traumi subiti, si rivelò pauroso e diffidente, appena poche ore dopo dall’arrivo, iniziò ad ambientarsi e a farsi accarezzare da tutta la famiglia!

Ora ha famiglia tutta per sé, che ha saputo rispettare tutti suoi tempi senza fretta e che, soprattutto, sa dargli tutto l’amore di cui necessita.