Perché il gatto ha il singhiozzo? Cause e soluzioni

Cucciolo di gatto che osserva

Vi siete mai chiesti perché il gatto ha il singhiozzo? Proprio come noi, infatti, anche i felini possono avere questo particolare disturbo.

Il singhiozzo dei gatti molto spesso non viene riconosciuto, dal momento che è leggermente diverso dal nostro. Si manifesta con un suono più flebile, accompagnato da un leggero movimento dell’addome.

Gatto sdraiato

Anche se, proprio come per gli esseri umani, si tratta di un disturbo che nella maggior parte dei casi non manifesta niente di grave, può capitare che invece sia un sintomo di diverse problematiche, alcune anche gravi. Vediamo insieme quali sono le cause e le soluzioni.

Le cause che provocano il singhiozzo nei gatti

Come detto, non c’è motivo di allarmarsi. Il singhiozzo nei gatti, infatti, nella maggior parte dei casi può essere provocato da eventi e situazioni di poco conto.

Gatto sdraiato sulla schiena

Nonostante questo, però, è sempre bene essere informati, per riuscire ad intervenire nei pochi casi in cui può diventare pericoloso. Se si tratta di un gesto momentaneo, che passa dopo pochi minuti, non c’è niente di cui preoccuparsi.

Il vostro felino potrebbe aver esagerato con il cibo o potrebbe aver mangiato troppo velocemente. In altri casi, invece, per cui occorre prestare un po’ di attenzione in più, potrebbe aver ingurgitato una palla di pelo.

Gatto che gratta il muro

Da non trascurare le cause dovute a disturbi psicologici, come ansia, stress, depressione e anche dolore fisico. Attenzione inoltre a non confonderlo con la tosse. In casi come questi, infatti, l’errore potrebbe portarvi a trascurare problemi come asma, allergie o tumori.

Le soluzioni

Se pensate che il vostro felino abbia il singhiozzo perché ha mangiato troppo o troppo velocemente, potete intervenire in diversi modi.

Gatto che fissa

Se succede di frequente, infatti, provate a dargli il cibo un po’ per volta, per evitare che si faccia prendere dalla foga. In alternativa, provate a posizionare la sua ciotola più in alto rispetto al solito. In questo modo, infatti, il vostro amico a quattro zampe andrà a mangiare solo quando avrà veramente fame.

Se invece il vostro felino manifesta il singhiozzo in maniera cronica, il consiglio migliore che possiamo darvi è quello di rivolgervi al vostro veterinario di fiducia. Solo lui, infatti, saprà individuare il vero motivo.