Sally, la gattina paralizzata che ha conosciuto l’amore grazie al suo angelo custode (video)

Il lieto fine di Sally, la gattina paralizzata che dopo il dolore ha conosciuto l'amore grazie al suo angelo custode (video)

Gattina nel carrellino

La protagonista della storia e del video di oggi si chiama Sally ed è una gattina molto sfortunata che ha da poco conosciuto l’amore.

La storia di questa amici a quattro zampe è una storia di rinascita. Una di quelle storie che ci aiutano a capire quanto sia importante non arrendersi mai, quanto sia importante sperare sempre in un futuro migliore.

I gatti in questo sono dei veri e propri maestri. Chiunque tra voi legga le nostre storie con una certa frequenza, dovrebbe ormai sapere che i nostri amici a quattro zampe sono animali che non si arrendono mai.

Animali che sanno sempre andare oltre le difficoltà, dimostrando una forza d’animo e un coraggio davvero incredibili.

Quante storie di rinascite feline vi abbiamo raccontato? Come ad esempio la storia di Snowball, il gattino che ha sofferto tanto e che è rinato con la sua nuova famiglia.

Oggi invece vogliamo raccontarvi la storia di Sally, la gattina che vedete nelle foto e nel video.

La sua vita è cominciata tutta in salita. Quando Janez ha visto la micia per la prima volta ha creduto che fosse morta.

Quando si è avvicinata al felino e ha visto che respirava, l’ha portata immediatamente dal veterinario.

Il veterinario ha scoperto che la piccola aveva un proiettile nel collo e dunque era vittima di un colpo proveniente da una pistola ad aria compressa.

Vittima di un maltrattamento e di una violenza che non possono essere davvero spiegati. Sally è rimasta paralizzata in seguito alla violenza e non potrà più camminare.

Ma come detto è una gattina dalla forza d’animo incredibile. Grazie alle cure del veterinario e all’aiuto della sua nuova proprietaria, Janez, la piccola è rinata completamente.

Oggi vive la sua vita felice, circondata da tantissimo amore e tantissimo affetto. Proprio come è successo a Spot, il gattino che dopo molta sofferenza oggi è completamente rinato.