Salvo, il gatto che è rimasto incastrato in un tubo: salvato

Oggi vi raccontiamo la storia di Salvo, il gatto che deve la sua vita alla generosità di una famiglia dal cuore veramente d’oro.

Per una volta, non siamo qui a raccontarvi di felini vittime della cattiveria umana. Per una volta, invece, vi parliamo di gatti che sono vivi grazie alla generosità umana, grazie al cuore infinito di alcuni di noi.

Cucciolo di gatto seduto

 

La storia di Salvo, infatti, non è la storia di un gatto maltrattato o abbandonato. È la storia di un gatto che, per colpa della sua curiosità, ha messo in serio pericolo la propria vita.

Siamo a Montecchio Vesponi, una frazione del comune di Castiglion Fiorentino in cui vivono meno di mille anime. Oltre a Salvo, i protagonisti di questa storia sono i componenti della famiglia Frappi: Silvana, Mario e il loro figlio Francesco.

Cucciolo di gatto che fissa

 

La vicenda inizia quando Mario sente dei miagolii provenire da un muro di casa. Sono miagolii insistenti, anche se molto fievoli. In un attimo, tutti capiscono la situazione.

Dopo le prime indagini, la sfortunata verità viene a galla. Due gattini appena nati si sono infilati dentro un tubo dell’abitazione della famiglia Frappi. E, purtroppo, ci sono rimasti incastrati.

Ad alcuni metri dal tubo, la madre dei cuccioli con i loro fratellini osserva la scena. Sa che i suoi figli sono lì dentro, ma non sa come aiutarli.

Cucciolo di gatto dentro ad una cesta

Immediatamente, Mario Frappi chiama i Vigili del Fuoco. Sa che quei cuccioli di poche settimane non potranno resistere molto a lungo dentro quel tubo, senza né cibo né acqua.

Salvare il primo cucciolo è stato un gioco da ragazzi. I Vigili del Fuoco sono riusciti, infatti, a tirare il primo dei due gatti fuori dal tubo utilizzando una fune.

Per l’altro cucciolo, il gatto che poi si chiamerà Salvo, invece, le operazioni di salvataggio non sono state poi così semplici.

Il micio, infatti, era molto lontano dall’ingresso del tubo ed è stato impossibile tirarlo fuori con la stessa fune utilizzata per l’altro felino.

Mentre le speranze di salvataggio tra i Vigili del Fuoco si facevano sempre più basse, la famiglia Frappi non si è persa d’animo. Salvare il gatto Salvo era diventata quasi una missione di vita.

E così’, grazie ad una telecamera e al sacrificio della famiglia, Salvo è sopravvissuto. Inserendo una telecamera all’interno del tubo, i Vigili del Fuoco hanno potuto registrare nel dettaglio la sua precisa posizione.

A quel punto, utilizzando un martello pneumatico, hanno sfondato un pezzo del pavimento della casa della famiglia Frappi, proprio sopra la posizione del cucciolo.

Il gatto Salvo è stato così recuperato e adottato dalla famiglia. Una famiglia dal cuore veramente d’oro, che non ha indugiato nel rompere il pavimento della propria casa per salvare un micio in difficoltà.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati