Torpignattara: gatti tra rifiuti e pusher vengono aiutati quotidianamente da due donne

gatto-triste

A Torpignattara, periferia di Roma, ci sono un gruppo di gatti che vivono in una situazione di pericolo quotidiano. Tra pusher, rifiuti, topi e minacce, due donne che fanno parte dell’associazione ” I gatti di Torpignattara”, portano quotidianamente cibo ed aiuto a questi gatti.

La vicenda che vi stiamo per raccontare ci porta a Torpignattara, una periferia di Roma. Qui vi è un immobile pericolante e abbandonato che è stato messo sotto sequestro dalla Polizia.

gatti-tra-spazzatura

Naturalmente questi luoghi sono i “preferiti” per i tanti drogati, pusher e di emarginati che qui si incontrano. Ma, questo, non è solo un luogo pericoloso e da cui tenersi alla larga! Questo malfamato luogo, è la casa di molti gatti.

gatto-disteso

Da molto tempo, due donne, la signora Nunzia e la sognora Luciana, si stanno battendo per poter donare a questi gatti una vita migliore e soprattutto lontano da pericoli. Fanno parte dell’associazione “ I gatti di Torpignattara” che hanno come obiettivo principale quello di aiutare i tanti gatti randagi del quartiere. Più precisamente cercano di dare un aiuto concreto alla colonia felina di Villa de Sanctis e di aiutare anche tutte le altre persone che gestiscono varie colonie feline.

gatti-che-mangiano

L’associazione ha inoltre evidenziato al Comune il totale abbandono in cui riversa quella zona, chiedendogli una immediata bonifica e soprattutto la possibilità di poterla gestire. Il loro desiderio sarebbe quello di poter creare un luogo in cui i gatti possano vivere liberamente, senza incorrere in pericoli. Saranno poi loro stessi a provvedere a tutte le spese e mettere finalmente la parola “fine” a questa spiacevole situazione di degrado.

Per il momento tutto ciò che possono fare la signora Nunzia e la signora Luciana è quello di portare ogni giorno il cibo ai gatti e assicurarsi che stiano bene. I pericoli di certo non mancano poiché le due devono farsi strada tra il degrado e  le continue minacce da parte dei “frequentatori” di questa zona. Insomma una situazione diventata  alquanto insostenibile e che rende ogni giorno più difficile la sopravvivenza dei tanti gattini che vi abitano.

gatto-triste

Non mancano poi appelli per raccogliere cibo e soprattutto per permettere la sterilizzazione dei gatti. Ci auguriamo che prima o poi qualcuno riesca a dare veramente un supporto concreto e duraturo al meraviglioso lavoro che stanno facendo i volontari e che i tanti gatti possano vivere in un ambiente migliore e lontano dal degrado.