Zecche nei gatti: come riconoscerle e rimuoverle

Parliamo di salute dei nostri amici a quattro zampe ed in particolare delle fastidiose quanto comuni zecche nei gatti.

Con l’arrivo della bella stagione, infatti, torna l’incubo di ogni proprietario di animali domestici, gatti o cani che siano. Ecco tutte le informazioni utili per prevenire e curare la comparsa di questo insetto così fastidioso e pericoloso.

Primo piano di gatto

Come riconoscere le zecche

Iniziamo dalla cosa più importante, ovvero come riconoscere le zecche nei gatti. Nonostante le tante precauzioni è abbastanza frequente che il vostro amico a quattro zampe torni con un simpatico amico attaccato nella pelle.

A volte, infatti, gli antiparassitari non sono sufficienti. Se il vostro amico a quattro zampe è solito trascorrere molte ore all’aperto, potrebbe dunque tornare a casa con una zecca attaccata.

Gatto in un prato

Come riconoscerla? Si tratta di animali abbastanza visibili, a differenza ad esempio delle pulci. Si attaccano alla pelle dei nostri animali, infilando la sola pelle sotto la stessa. Dall’esterno, appaiono come delle piccole verruche.

Ogni tanto, è bene fare un controllo approfondito. Nonostante siano abbastanza visibili, infatti, potrebbero nascondersi dal pelo del vostro animale. Vi basterà accarezzarlo con attenzione per sentire se ci sono escrescenze tra il pelo.

Gatto che si gratta

Come rimuovere le zecche

Una volta riconosciute, arriva l’operazione più difficile: rimuoverle. Si tratta di un’azione abbastanza importante perché, se svolta nel modo sbagliato, potrebbe fare peggio che meglio.

È molto importante, infatti, assicurarsi di aver rimosso tutto l’animale dal corpo del vostro gatto. Molto speso può capitare che la testa resti sotto la pelle, causando infezioni fastidiose e pericolose per il vostro amico a quattro zampe.

In ogni caso, rimuovere le zecche nei gatti non è un’operazione difficile. Esistono delle opportune pinzette, molto utili ed efficace per questo tipo di intervento.

Gatti che esplorano

Vi basterà afferrare con le pinzette la testa della zecca, e fare dei movimenti rotatori proprio come se voleste svitare una vita. Non tirate con forze, proprio per evitare di lasciare la testa dentro e staccare il solo corpo.

A questo punto, disinfettate la ferita e tenetela sotto osservazione per qualche giorno. Per qualsiasi dubbio, rivolgetevi al vostro veterinario di fiducia.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati