Agrigento: gatto rischia di perdere la vita per mano di qualcuno che si stava annoiando

Gatto che osserva

Arriva da Agrigento l’ultima terribile notizia di cronaca che ha come protagonista uno sfortunato gatto.

Un felino che si è trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato. Un felino che ha dovuto fare i conti con qualcuno che, a quanto pare, si stava annoiando.

Gatto in giardino che punta una preda

Purtroppo, ormai, notizie come questa sono quasi all’ordine del giorno. Notizie di gatti che perdono la vita per mano di qualcuno che ha deciso di passare il tempo sparando a questi poveri animali.

Come la notizia che vi abbiamo dato non molto tempo fa, con un gatto colpito da colpi di arma da fuoco a Torino.

Gattino felice in un prato

Stessa sorte per il gatto di Agrigento che, al momento, sta ancora lottando per cercare di sopravvivere. Stessa sorte anche perché ancora, purtroppo, non si sa niente del responsabile di questo terribile gesto.

Siamo tra Agrigento e Raffadali, dove il felino abita insieme ai suoi proprietari. Sono proprio loro a trovarlo in fin di vita tornando a casa.

Una scena davvero straziante, con il corpicino del felino martoriato da tantissimi colpi. Stando ad una prima ricostruzione, qualcuno ha scaricato un caricatore di piombini sul povero animale.

Gattino che cammina su un prato

Immediata la corsa dal veterinario, dove il piccolo felino sta letteralmente lottando tra la vita e la morte. Ha già perso un occhio e purtroppo le sue condizioni sono ancora molto gravi.

Purtroppo non si sa niente dell’autore o degli autori di questo terribile gesto. Le indagini sono già iniziate, ma al momento non ci sono sviluppi.

Gatto che cammina su un prato

Sembra che purtroppo nessuno abbia visto niente. Ma come può qualcuno macchiarsi di un gesto così brutto?

Decidere di passare il proprio tempo sparando un caricatore intero su un felino del tutto indifeso ed innocente.

Le speranze adesso sono due. Da una parte si spera che il povero animale riesca a sopravvivere e dall’altra che l’autore di questo gesto possa essere identificato. Così da poter rispondere delle proprie azioni di fronte ad un tribunale.