Avvelenamento da contatto nel gatto, cosa sapere?

L'avvelenamento da contatto nel gatto può avere varie cause diverse tra loro. Per la salute del tuo Micio è utile conoscerle e prevenirle

gatto che si gratta

Micio può correre il rischio di avvelenarsi in diverse situazioni. Una di queste è l’avvelenamento da contatto nel gatto che può essere anche molto pericoloso.

Questo tipo di avvelenamento può verificarsi ovunque e può presentare sintomi diversi tra loro. Per questo è importante capire come evitarlo, come riconoscerlo ed, eventualmente, come soccorrere il tuo adorato felino.

Cause dell’avvelenamento da contatto

Le cause dell’avvelenamento da contatto nel gatto possono essere molteplici e diverse tra loro.

La causa di questo tipo di avvelenamento possono essere, per esempio, le piante tossiche attaccate alle pile di legna da ardere o ancora nelle sterpaglie, tra le erbacce nei boschi e le foreste. Ma possono essere presenti anche nei parchi e nelle aree aperte.

gatto sul prato

Tra i motivi che possono provocare l’avvelenamento da contatto nel gatto anche i batteri fungini. Li puoi trovare nelle zone lacustri e paludose ma anche in ambienti boschivi e in terreni agricoli e coltivati.

Alimentazione e dieta

Anche le allergie alimentari possono provocare un avvelenamento da contatto. Accade a causa della presenza di additivi, coloranti o ingredienti presenti negli alimenti e nelle pappe che diamo al gatto e a cui può essere sensibile.

Prodotti chimici

Attenzione anche ai detergenti e ai detersivi che usi per pulire ed igienizzare la tua la casa. Alcuni potrebbero contenere degli agenti chimici che potrebbero provocare reazioni allergiche sulla pelle del gatto e quindi essere indizio di avvelenamento.

naso del gatto

Allo stesso modo anche gli spray deodoranti e profumi ma anche gli prodotti per i parassiti e quelli usati per la toelettatura possono rappresentare un pericolo in questo senso. Prima di usare, quindi, dei prodotti nuovi sul gatto è necessario accertarsi prima che possa sopportarli oppure no. In questo caso, se si tratta di un prodotto per l’igiene di Micio, verifica su una piccola parte della pelle che non provochi alcuna reazione.

Infine tra le cause dell’avvelenamento da contatto nel gatto ci sono chiaramente gli acidi e i prodotti che li contengono che, a contatto con la pelle e il pelo, potrebbe dare luogo a reazioni anche molto pericolose.

Sintomi dell’allergia nel gatto

I sintomi dell’avvelenamento da contatto nel gatto sono molto chiari e bisogna saperli individuare per poter prestare soccorso o comunque evitare che le condizioni di salute di Micio possano peggiorare.

Tra i sintomi più frequenti ci sono quelli di tipo respiratorio. In questo caso il gatto potrebbe starnutire o presentare un respiro sibilante. O ancora un indizio potrebbe essere il gatto che rantola. Ciò quindi potrebbe indicare che il gatto ha inalato qualche sostanza per lui fastidiosa o che ha generato reazioni allergiche.

Ciò può valere anche per i sintomi dermatologici ossia afferenti alla pelle che, nel caso di avvelenamento, potrebbe presentarsi irritata, infiammata e come ustionata. Il gatto inoltre potrebbe provare prurito e quindi essere spinto a grattarsi con frequenza ed insistenza.

gatto che respira male

Il gatto inoltre potrebbe presentare piaghe simili a bruciature o anche ferite e lesioni su tutto il corpo o localizzate su naso e bocca. Simili ma non uguali potrebbero essere delle strane eruzioni cutanee che possono arrivare a coprire tutto il corpo di Micio dalle zampe alla testa, dal pancino alla schiena ma anche attorno agli occhi, al naso e sulle orecchie.

Per lo stesso motivo il pelo potrebbe arrivare a cadere in abbondanza o a chiazze sparse.

Infine i sintomi di avvelenamento da contatto nel gatto possono essere anche di tipo oftalmico. Nello specifico gli occhi possono presentarsi gonfi e arrossati e la lacrimazione potrebbe aumentare senza un’apparente motivazione.

Trattamento

Qualora notassi uno dei sintomi che possono farti sospettare un caso di avvelenamento da contatto nel gatto, per prima cosa chiama immediatamente il veterinario. Evita infatti di somministrare qualsiasi tipo di trattamento senza il consiglio di un professionista per evitare di peggiorare le condizioni di Micio.

Come intervenire

Alcuni saponi o detergenti ma anche l’acqua potrebbero infatti ulteriori danni involontari alla pelle. Molti prodotti, detergenti e igienizzanti ma anche alcune piante contengono delle sostanze e degli oli che possono propagarsi sulla pelle se viene aggiunta acqua estendendo ulteriormente l’eventuale ustione.

Al contrario, il veterinario potrebbe consigliarti di utilizzare una sostanza che, a differenza dell’acqua, assorba il veleno che provoca la reazione allergica.

gatto dal veterinario

Per fare in modo che il veterinario capisca esattamente la causa della reazione allergica, sarebbe opportuno prelevare un campione della sostanza che l’ha provocata. Questo lo aiuterà nell’analisi e nella diagnosi. Al contempo il veterinario chiederà di fornire una cronologia dettagliata dei movimenti e delle attività ma anche del comportamento del gatto. In tal modo potrà collocare nel tempo l’insorgenza dei primi sintomi.

Nel caso in cui il veterinario lo ritenesse opportuno, potrebbe anche consigliarti di fare il bagno al gatto. Ma attenzione: cerca di usare dell’acqua tiepida, né troppo calda né troppo fredda per evitare che il gatto non provi troppo dolore. Inoltre è opportuno indossare dei guanti in gomma o di tipo chirurgico per proteggere la tua pelle dai residui della sostanza che ha provocato l’avvelenamento da contatto nel tuo gattino.

L’intervento veterinario

Se l’ustione è localizzata, cerca di ripulire per almeno trenta minuti solo quella zona per evitare di spostare la sostanza urticante anche al resto del corpo.

gatto ustionato

Ma attenzione: se si tratta di una grave ed estesa ustione provocata da acidi e altre sostanze chimiche, rivolgiti sempre e solo al veterinario che farà in modo di pulire e trattare la pelle con i detergenti appropriati.

Prevenzione: come evitare l’avvelenamento

Considerata la pericolosità dell’avvelenamento da contatto nel gatto è utile prevenirlo in maniera efficace. Ma come?

Per prima cosaa cerca di tenere tutti i prodotti chimici per uso domestico e i detergenti per la pulizia della casa (per gli interni, i garage, gli antiparassitari) e per l’igiene personale in luoghi non facilmente accessibili a Micio.

gatti in giardino

Quando, inoltre, il gatto si trova all’aperto supervisiona le sue attività e cerca di non perderlo mai d’occhio, soprattutto se vi trovate in zone selvatiche o comunque sconosciute al gatto. Questo vi aiuterà ad evitare che il gatto entri in contatto con piante velenose o urticanti.

Se stai provando ad inserire nuovi alimenti nell’alimentazione del gatto, annota eventuali reazioni o comunque tieni a mente cosa stai variando. Anche gli alimenti specifici per gatti e gli snack ma anche i cibi naturali come le verdure, possono contenere ingredienti a cui il tuo gatto può reagire negativamente.