Balie per gattini: l’Enpa dà il via al corso

Ritorna il corso per diventare balie per gattini. A organizzarlo è l'Enpa di Lugo, per contrastare la morte di poveri mici strappati alle mamme troppo presto

gattino allattato con il biberon

Dopo aver riscontrato un notevole successo l’anno scorso, l’Enpa di Lugo – Ente nazionale protezione animali – ripropone l’iniziativa per formare balie per gattini. Sono tanti i mici che perdono il contatto con la madre troppo presto e rischiano di morire, questa iniziativa vuole ridurre il numero di vittime.

Nutrire un micio che ha poche settimane, se non pochi giorni, di vita non è facile. Bisogna sapere quali strumenti utilizzare, ogni quanto dargli da mangiare e come. L’inesperienza, infatti, insieme all’età del piccolo, non aiuta a gestire fasi delicate come questa.

L’esperienza positiva dell’anno scorso

“Durante il 2019 abbiamo creato una rete di balie che ci ha consentito di salvare un centinaio di gattini di pochi giorni e che raggiunti i due mesi di vita sono stati felicemente adottati”, afferma Ilaria Gualandi, Responsabile Balie presso l’infermeria felina.

“Purtroppo i cuccioli appena nati, separati dalla madre e abbandonati sul territorio necessitano di essere allattati artificialmente giorno e notte per il primo mese di vita per permettere loro di sopravvivere”, continua, “Queste balie si sono rivelate una risorsa fondamentale che ci ha consentito di salvare tantissimi cuccioli, per questo abbiamo ritenuto opportuno ripetere il corso, per ampliare il numero delle persone interessate ad accudire questi piccoli esseri indifesi”.

La formazione

Il corso, tenuto dal dottor Simond Valgimigli, è strutturato in modo tale da trattare le tematiche dell’allattamento, dello svezzamento e della cura durante la crescita. Il fine è formare persone interessate ad accudire gattini rimasti orfani. A tal proposito, ecco come allattare dei gattini appena nati.

“Sono tanti gli aspetti essenziali da considerare”, afferma Ilaria Gualandi, “Come per esempio la posizione del gattino durante l’allattamento, che non deve mai essere supina poichè il latte potrebbe finire nelle vie respiratorie; la stimolazione con massaggi dopo i pasti per favorire l’eliminazione delle feci e dell’urina. I gattini appena nati, infatti, non sono in grado di espletare la funzione in modo autonomo per cui occorre simulare il gesto di mamma gatta”.

Informazioni utili

I volontari dell’Enpa, inoltre, garantiscono alle balie per gattini assistenza continua e tutto quello che serve per l’alimentazione. Sono previsti anche dei controlli, da concordare con il direttore sanitario, per monitorare la regolare crescita dei cuccioli.

La formazione è gratuita e per partecipare è sufficiente iscriversi inviando una mail a lugo@enpa.org o contattando l’associazione sulle pagine Facebook (Infermeria felina o Enpa di Lugo) entro il 2 febbraio. Il corso ha il patrocinio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.