Chester, il gatto che crede di essere un cane

La vicinanza a determinati soggetti condizionano, succede – nel bene e nel male – a tutti. Anche a Chester, il gatto che crede di essere un cane

Sono inseparabili e la loro vicinanza li condiziona. Non sarebbero così se avessero vissuto da soli o avuto altre esperienze. Si è quello che si vive, e vale sia per bipedi che per quadrupedi. Ma a volte la commistione è tale da fare brutti scherzi. Chiediamolo a Chester, il gatto che si crede un cane, e precisamente un Bassotto: il fratello della tenera Sophie.

Una coppia improbabile ma dolcissima, è quella protagonista di questo post di instagram. Le fotografie catturano l’essenza di un legame unico e sincero. Quello fra due amici a quattro zampe che contano talmente l’uno sull’altra da assomigliarsi sempre di più.

LEGGI ANCHE: Nonna gatta aiuta i suoi amati nipotini (VIDEO)

Immagini di complicità, di benessere, di consapevolezza di essere fortunati. Perché non è una frase fatta “chi trova un amico, trova un tesoro”, e troppo spesso noi esseri umani la diamo per scontata (o addirittura ce ne dimentichiamo).

gatto che crede di essere come un cane

Chester, il gatto che crede di essere un cane, e Sophie condividono ogni sorta di giaciglio per riposare. Sembra che insieme facciano il controllo qualità dei materassi e dei divani.

Ma questi amici a quattro zampe sono esperti anche di tappeti. Sì, perché ogni superficie è valida per divertirsi e stare bene. Ovunque arrivino i due pet, tutto viene colonizzato e personalizzato in base alle loro esigenze.

Un altro momento, tutt’altro scontato, che riescono a condividere è quello della pappa. Si tratta di un rito molto importante e durante il quale spesso si prova paura e gelosia. La maggior parte dei pelosi vogliono viverlo in solitaria, ma non loro. Loro aspettano con ansia l’arrivo del pranzo o della cena uno accanto all’altro.

L’espressione del volto, la posizione del corpo. Tutto ci dice che sono sereni, felici e che amano condividere le giornate insieme. Seppur tanto differenti, ognuno di loro trasferisce qualcosa di sé all’altro e lo rende un essere vivente migliore.

Perché condivisione e amore sono sinonimi di ricchezza. E, grazie ai nostri amici a quattro zampe, potremmo (e dovremmo) ricordarcelo più spesso. Prendiamo a esempio i pet: la loro purezza d’animo, la loro spontaneità, il loro intuito sono superpoteri che potremmo ‘rubargli’.

LEGGI ANCHE: Mamma gatta adotta un piccolo procione (VIDEO)

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati