Cioccolato ai gatti: è davvero tossico?

Molti proprietari di gatti non sanno che dar loro del cioccolato potrebbe risultare davvero tossico e mettere in pericolo la vita dei nostri piccoli amici. Scopriamo quali sono su di loro gli effetti del cacao e come comportarsi in caso di ingestione.

Cioccolato - gatti-tossico

Anche se ci sono minori probabilità che i gatti rubino una tavoletta di cioccolato, potrebbero però ingerire cibi o bevande a base di cacao che risultano tossici per la loro salute e potrebbero metterla addirittura a rischio se ne viene mangiato troppo.

Il cioccolato contiene due ingredienti stimolanti che rappresentano una minaccia per la salute del nostro felino: la caffeina e la teobromina, un alcaloide vegetale che si trova naturalmente nel cacao. La teobromina, in particolare, è una tossina ritenuta pericolosa per la maggior parte degli animali, compresi i gatti, poiché il loro fisico non la metabolizza naturalmente come quello degli esseri umani e ciò comporta un accumulo tossico della sostanza, che può causare< un vero e proprio avvelenamento da cioccolato.

Cioccolato gatti-tossico

Qualsiasi quantità di cioccolato è troppa per un gatto. Inoltre, tutte le varietà sono pericolose per i nostri amici pelosi, dalla polvere di cacao secca al cioccolato da forno (più tossico a causa del suo alto livello di teobromina), da quello fondente a quello semi-dolce fino al cioccolato al latte, e persino il cioccolato bianco, nonostante la sua bassa percentuale di cacao. Tuttavia, il livello di tossicità dipende dalla quantità che il gatto ha ingerito e da che tipo di cioccolato. Cioccolato - gatti-tossico

Se sospettate che il vostro gatto abbia mangiato del cioccolato, prestate attenzione a uno dei seguenti sintomi: irrequietezza, vomito, diarrea, aumento della frequenza respiratoria e cardiaca, temperatura elevata, convulsioni e rigidità muscolare. Ci sono, poi, alcuni sintomi che il proprietario del gatto potrebbe non essere in grado di identificare, come la pressione bassa e un battito cardiaco accelerato: questi possono essere scoperti solo da un veterinario.

Se notate uno di questi sintomi nel vostro gatto, portatelo immediatamente dal veterinario o al pronto soccorso per animali per determinare l’entità dell’avvelenamento e per ricevere un trattamento. Una volta arrivato in ambulatorio sarà eseguito un test sul vostro amico felino, compresa la somministrazione di liquidi per la reidratazione. Inoltre, il veterinario potrebbe indurre il vomito per evitare che il vostro gatto digerisca le tossine. La salute e il peso del vostro amico, insieme al tipo e alla quantità di cioccolata che ha ingerito, determineranno quali ulteriori test e trattamenti saranno necessari. Cioccolato - gatti-tossico

Una volta a casa, continuate a monitorare il vostro gatto per eventuali altri effetti negativi e per assicurarvi che sia completamente disintossicato. Inoltre, dovreste nutrirlo con una dieta blanda per alcuni giorni dopo il trattamento, secondo le indicazioni prescritte dal vostro veterinario. Infine, assicuratevi che il vostro amico peloso non possa più ingerire del cioccolato.