Coccolare i gattini: la nuova terapia per gli anziani di una casa di riposo

In una casa di riposo, la direttrice è anche una volontaria che si prende cura di gattini orfani, così ha avviato una terapia sperimentale per gli anziani

I cuccioli in genere riescono ad affascinare e rallegrare quasi tutte le persone; non c’è bisogno di essere un grande amante degli animali per rimanerne affascinato e innamorato. Con la loro innata tenerezza riescono a scalfire anche i cuori più freddi e diffidenti. Gli anziani quando entrano in una casa di riposo sono spesso tristi e hanno perso fiducia nel mondo e nella loro vita. Per questo la direttrice di una casa di riposo ha pensato di dare agli abitanti della sua strutura la possibilità di passare del tempo con dei gattini di cui si prende cura.

anziano con micetto

La direttrice Lori Irby di una casa di riposo a Orange County, in California è una assidua volontaria in un rifugio per felini e spesso si prende cura dei gattini orfani. Un giorno di 3 anni fa ha deciso di portare la cucciolata di cui si stava prendendo cura all’epoca nel suo ufficio nella struttura per potergli dare da mangiare più frequentemente e per tenerli sempre sotto controllo. Un gruppo di anziani residenti ha scoperto presto la presenza dei cuccioli nella casa di riposo e ha insistio per vederli. La donna, dopo essersi accertata che nessuno di loro soffrisse di allergia, gli ha allora permesso di passare un po’ di tempo con gli animali.

La voce si è sparsa rapidamente nella struttura e molti dei residenti erano entusiasti dell’idea di passare il loro tempo con gli animali traendone particolare giovamento. Estelle Nicol, ad esempio, una signora di 98 anni, era appena entrata nella casa di riposo dopo una brutta caduta; era infelice e rifiutava quasiasi tipo di interazione sociale. Solo grazie alla nuova iniziativa che coinvolgeva i gattini è riuscita a ritrovare il sorriso.

anziano con micetto

Vedere i loro volti illuminarsi quando tenevano in braccio i gattini è stato davvero commovente. C’era una residente in particolare che soffriva di PTSD e depressione, ma quando ha preso in braccio un gattino, è cambiata all’istante. Era sorridente e calma per la prima volta da molto tempo. Così ho pensato: ‘E se dovessimo offrire la stessa esperienza a tutti?‘”, ha raccontato la direttrice. Così ogni mercoledi i residenti possono passare a turno circa 45 minuti con gli animali e ogni volta ne escono felici e soddisfatti.

LEGGI ANCHE: La ragazza prova un’app che traduce il miagolio dei gatti e rimane stupita dal risultato

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati