Come funziona la memoria del gatto? La risposta degli esperti

Gatto che contempla

Sapete come funziona la memoria del gatto? Noi siamo sicuri che, almeno una volta nella vostra vita, vi sarete chiesti che cosa riesca a ricordarsi il vostro amico a quattro zampe.

Bene, oggi siamo pronti a rispondere a questa domanda: come funziona la memoria del gatto? Vediamo insieme come rispondono gli esperti.

Gatto con testa inclinata

Gatto vs cane: chi ha una migliore memoria?

Affrontiamo un argomento che da sempre divide la popolazione mondiale in due categorie diverse: meglio il gatto oppure il cane?

Non possiamo rispondere a questa domanda in maniera decisiva, ma possiamo farlo per quanto riguarda la memoria. Beh, in questo caso non ci sono dubbi. Meglio il gatto!

La risposta a questa domanda deriva dai risultati di uno studio giapponese che ha provato a fare alcuni test di memoria sia al gatti che ai cani. Beh, secondo i risultati i felini si ricordano più cose rispetto ai loro cugini!

Gatto che pensa

Come funziona la memoria del gatto

Sempre partendo da questo studio giapponese, possiamo dire che i gatti possiedono quella che è definita memoria episodica.

In pratica i nostri amici a quattro zampe riescono a ricordare i loro ricordi attraverso uno specifico dettaglio.

Tornando allo studio in questione, il team di esperti ha analizzato 49 gatti domestici, sottoponendoli ad alcuni test di memoria.

Gatto che osserva

Tra questi ce n’era uno molto particolare. Gli esperti volevano capire se i gatti fossero in grado di capire da quale ciotola avevano mangiato il cibo trascorsi 15 minuti dal pasto.

Incredibile ma vero, quasi tutti i gatti hanno passato un test! I felini non solo sapevano riconoscere la loro ciotola, ma anche il tipo di cibo consumato.

In pratica quindi, come funziona la memoria del gatto? Come detto si basa tutto sugli episodi.

Gatto che guarda

I nostri amici a quattro zampe sono capaci di assimilare ricordi se si concentrano sui dettagli. Inoltre, sempre secondo lo studio giapponese, i felini riesco a ricordare le cose provando a rispondere a semplicissime domande, come “cosa” o “dove”.

In ultimo dobbiamo dire che la memoria del gatto funziona anche secondo il loro piacere. In pratica i nostri amici a quattro zampe riescono a ricordarsi le cose che gli sono piaciute e non quelle invece che lo hanno infastidito.

Ecco spiegato perché i nostri amici a quattro zampe si ricordano dove è nascosto il loro cibo, ma non i nostri rimproveri quando graffiano il divano! Sapete, invece, se i gatti hanno la percezione del tempo?