Come prendere correttamente in braccio micio: i consigli del veterinario

Si sa che alcuni gatti non vogliono essere presi in braccio, ma c'è un modo corretto per prenderli senza ritrovarsi pieni di graffi

Come si fa a prendere in braccio il micio in modo corretto? Ecco tutti i consigli del veterinario che ci spiega come fare a prenderlo senza essere graffiato dal tuo amico felino. Tutti i proprietari di un gatto, sanno benissimo che, a volte, i loro amici non desiderano essere presi in braccio.

Quando provi a prendere in braccio il tuo gatto, se lui non è d’accordo o se lo fai nel modo sbagliato, potresti ritrovarti con graffi su tutto il corpo ed anche sul tuo viso. Quindi, come potresti fare se non vuoi essere graffiato?

prendere

Il veterinario canadese Uri Burstyn ha svelato il segreto per prendere correttamente il tuo amico in braccio. Dopo aver raccolto tutte le informazioni, abbiamo deciso di condividerle con voi in modo da aiutarvi a non essere graffiati e a prendere nel modo giusto il vostro gatto! Vediamo insieme come fare.

Per prima cosa devi determinare se il tuo gatto è disposto ad essere preso in braccio

Prendere il micio in braccio è un’operazione che facciamo sia se dobbiamo portarlo dal veterinario e sia se dobbiamo somministrargli delle medicine. Per questo motivo, il rischio che tu venga graffiato/a è molto alto se non lo prendi nel modo corretto. La tecnica è molto semplice e diretta: il tuo amico deve sentirsi a suo agio e sicuro, sia prima di prenderlo e sia quando lo hai già in braccio.

La prima cosa da fare è assicurarsi che il tuo micio sia disposto ad essere preso. Cosa faresti se qualcuno ti prendesse in braccio di punto in bianco e senza avvisarti? Ecco, la stessa cosa vale per il tuo felino. Dovresti iniziare ad avvicinarti a lui con cautela in modo che lui possa annusare prima la tua mano, e se temi di essere graffiato/a puoi spostarti più facilmente.

Lo scopo di questo gesto è mettere a suo agio il gatto. Devi accarezzarlo dolcemente e per portarlo sul tuo grembo devi mostrarti gentile. Se il felino accetta volentieri le tue coccole, allora puoi continuare a tenerlo in braccio, altrimenti è meglio lasciar perdere.

Ci sono diversi tipi di prese per portare il micio sulle tue braccia, vediamo insieme quali sono.

#Presa toracica o addominale. “Il segreto per sollevare un gatto in sicurezza è farlo sentire sostenuto”, spiega il veterinario. Possiamo farlo mettendo una mano sul petto e l’altra sull’addome del felino. Dopodiché possiamo sollevare lentamente il micio. Se lo sollevi in questo modo, il gatto si sentirà molto più sicuro e non cercherà di scappare. Così facendo, riduci le possibilità che ti graffi. Se cerca comunque di fuggire, stringi il gatto verso di te se hai bisogno che resti immobile. In questo modo si sentirà protetto e al sicuro e non proverà nessun dolore.

prendere

#Trasporto del pallone. Il dottor Burstyn la chiama in questo modo poiché prendendo così il micio assomiglierà ad un pallone da calcio. Questa tecnica consiste nel prendere il gatto sorreggendo la pancia e il sedere, assicurandosi che la sua testolina sia sotto il nostro braccio. Se hai preso un pallone da calcio almeno una volta nella vita, sai di cosa sto parlando. Questa tecnica è sia efficiente che sicura. Facendo ciò hai sempre la possibilità di controllare le sue zampe posteriori dato che la tua mano è sempre sulla sua schiena.

#Trasporto in spalla. Con questa tecnica è facile avere la totale collaborazione del nostro gatto e forse è la più semplice proprio per questo! Per prenderlo in questo modo basta avvicinarti al tuo micio e permettergli di arrampicarsi su una delle tue spalle. Una volta che inizia a salire metti la tua mano sotto le sue zampe posteriori in modo da fornirgli ulteriore supporto. Continua ad accarezzarlo per farlo sentire ancora più sicuro. Quando vuoi farlo scendere ti basterà avvicinarti ad una superficie vicina e lui, riconoscendo che è il momento di tornare giù, si girerà e salterà tranquillamente.

#Trasporto del bambino. Questa è la tecnica più simile a quella che usiamo per prendere un neonato in braccio. Per prenderlo in questo modo ti basterà appoggiare la tua mano sul suo petto e offrire come supporto per la sua schiena, il tuo braccio. Questa tecnica però, deve essere usata esclusivamente se conosci molto bene il micio. Se non è il tuo gatto, sarebbe meglio utilizzare una di quelle elencate sopra. Il felino deve fidarsi ciecamente di te per “mostrare la sua pancia”

Esistono numerose tecniche diverse per prendere in braccio un micio correttamente. Ma ce ne sono altrettante sbagliate che potrebbero anche far del male al tuo amico. Ad esempio, non è assolutamente consigliabile tenere il gatto per le ascelle utilizzando il pollice e l’indice della tua mano come supporto. Non solo è molto scomodo, è anche molto pericoloso per il gatto.

Prendendolo per le ascelle rischi di danneggiare il muscolo che unisce le zampe anteriori del gatto al suo torso. Lasciando appeso il gatto in questo modo, il dovrà sorreggere tutto il suo peso e potrebbe subire danni o restare indolenzito! Anche sollevare il micio per le zampe anteriori non è un modo corretto. Infatti, è scontato che non si sentirà affatto sostenuto e, per paura di cadere, muoverà le zampe posteriori e potrebbe graffiarti!

Insomma, ci sono diversi modi per prendere il gatto in braccio correttamente e senza essere graffiati inutilmente. Speriamo di esservi stati di aiuto con questa breve guida su come prendere il vostro migliore amico, ma ricordate che il micio deve essere disposto ad essere preso!

LEGGI ANCHE: Hakunina, gattina di sei mesi restituita dall’adottante per un problema

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati