Come scegliere il nome del gatto, senza sbagliare

Adottare un amico a quattro zampe è un'esperienza unica che inizia con una decisione molto importante. Come scegliere il nome del gatto nel modo giusto?

Se l’idea di avere un amico a quattro zampe che gira per casa supera tutte le difficoltà e le responsabilità che con esso arrivano, vuol dire che siamo pronti a fare entrare l’amore incondizionato nella nostra vita.

Un po’ come accade quando arriva un neonato in casa – perché ormai i pet fanno parte della famiglia a tutti gli effetti – ci si deve preparare per bene. Intanto, sistemando l’ambiente affinché sia a misura di quadrupede.

Inoltre, capire come scegliere il nome del gatto è importante. Non si torna indietro: ci deve piacere e rispecchiare in qualche modo la personalità e/o l’aspetto della nostra piccola palla di pelo.

Nomi per gatti, perché sono importanti

gatto si rotola

Come scegliere il nome del gatto? E perché è una questione da non sottovalutare? Intanto, è un momento divertente che fa aumentare l’entusiasmo che avere un animale in giro per casa provoca, poi è necessario per instaurare un legame profondo e duraturo con qualcuno che ci amerà come pochi altri riusciranno a fare.

Se vogliamo, possiamo pensarlo come una sorta di battesimo: l’attimo ufficiale in cui Miao entra a far parte degli affetti più importanti della nostra vita.

Qual è la ratio

coccole al gatto

Non c’è un’unica regola e spesso si procede seguendo l’istinto. Ma se vogliamo analizzare cosa scatta nella mente di chi è già proiettato a fare entrare in casa un altro membro della famiglia, ci sono dei meccanismi che accomunano quasi tutti i bipedi con un felino (o più di uno). A volte basta guardarlo negli occhi, o farsi affascinare da una sua caratteristica fisica o caratteriale, altre c’è uno studio molto più approfondito: molto dipende dalla nostra di personalità.

Se proprio non sappiamo come venirne a capo, poi, possiamo toglierci dall’imbarazzo facendo scegliere direttamente il nostro amico a quattro zampe. Osservando la sua reazione a un nome o a un altro capiremo quale gli fa più simpatia. Ma qui entra in gioco la conoscenza, più o meno approfondita, del linguaggio dei gatti.

Nomi corti

gatto che gioca

Come scegliere il nome del gatto? Più è corto, più è facile che venga recepito dalla nostra piccola palla di pelo. Non deve solo essere particolarmente affascinante, ma anche pratico.

L’ideale è un nome di due oppure tre sillabe al massimo. Se poi un appellativo particolarmente lungo ci piace e non riusciamo a rinunciarci, niente paura: ci sono sempre i diminuitivi e i nomignoli. L’importante è non confondere Micio (o qualsiasi sia il suo nome).

Nomi per gatti morbidi

gatto con occhi chiusi

Al di là della ratio che seguiamo per scegliere il nome del nostro amico a quattro zampe, non è un aspetto da prendere sottogamba. Serve a prendere confidenza con il nuovo arrivato e a favorire la socializzazione. Si tratta, infatti, di una fase molto delicata che farà in modo che impari a interagire con il mondo che lo circonda nel rispetto di tutti gli attori in gioco.

Proprio per questo motivo, è bene che inizi sin dalle prime settimane di vita e che venga seguito da un etologo esperto in comportamento felino, questo vale soprattutto se non si hanno esperienze pregresse in materia.

Nomi di gatti famosi

gatto silvestro

Che siamo i protagonisti di film, cartoni animati, pet di personaggi celebri o amici a quattro zampe che si sono distinti per le loro capacità fuori dal comune, ci sono dei nomi che ci fanno subito pensare alle nostre piccole palle di pelo. Come scegliere il nome del gatto? Per esempio, guardando ancora una volta gli Aristogatti o facendosi conquistare dalla personalità magnetica di Garfield. Tra i più famosi ci sono sicuramente:

  • Gatto Silvestro;
  • Birba;
  • Doraemon;
  • Felix;
  • Grattachecca;
  • Giuliano;
  • Lucifero;
  • Luna;
  • Stregatto;
  • Tom.

Insomma, un po’ come con i bimbi appena nati, anche se magari non abbiamo nove mesi di tempo per decidere, lasciamoci guidare dall’istinto. Il suono e i pensieri che provocherà ci aiuteranno nell’impresa.

Nomi per gatti maschi e non solo

gatto grigio

Tra i nomi con la A ci sono certamente: Adelio, Adrenalina, Airbag, Aigor, Albicocco, Alfa, Alfio, Alky, Allen, Aragon, Arale, Arancia, Ares, Aro, Artemio.

Con la B, gli amanti dei fumetti ameranno Batman. Seguito da Baguette, Birbo, Birra, Biscotto, Blanco, Blume, Bombolo, Bri, Bridge, Brie, Bruce, Bruma, Brutus. Con la C: Calimero, Ciuffo, Cocco, Cochise, Coco, Coda, Collit, Concone, Cosmo, Couscous. Anche Eustacchio è molto quotato.

Proseguendo in ordine alfabetico: Falk, Fandango, Farik , Farley, Ferdi, Feri, Ferch, Festus, Figi, Flipper, Flint, Flobi, Flores, Fleet, Fox, Force, Fred, Freddie. Oppure: Gandhi, Garfid, Gatteo, Gaudì, Gaugain, Gedeone, Gek, Geppi, Geremia, Gerold, Ghandi, Ghemon, Google.

Hamilton, Harry, Herman, Hermes, Hub, Habor, Hagen, Hayron, Haitham, Hakep, Hammer, Hobby possono essere tra i favoriti. Insieme a: Ivan, Ikar, Ilan, Irbit, Irsen. In alternativa possiamo scegliere tra Jaguar, Jacques, Jean, Joe, Joy, Jock, Joker, Jon, Jaba, Jazz.

Tra i nomi esotici ci sono anche: Kaban, Kadet, Kazan, Kairo, Kai, Kaliffo, Kalmar, Kant, Kantor, Kari, Kebbi, Kellar, Ken, Kent, Ker, Kiv, Kim, Kiner, Killer, Kebi. Oppure con la L esistono: Lorenzo, Lang, Langur, Lars, Lasker, Laert, Leo, Lex, Limur, Ling, Lint, Lor, Laurent, Laurens, Lorik, Lorca, Loring, Lorsen, Lotus, Lapsus.

Nomi di fantasia e non

gatto bianco e tigrato

Continuando in ordine troviamo: Mascotte, Massimo, Matis, Matrix, Medoro, Mefisto, Mel, Meu, Michi. Oppure Naruto, Nedo, Nefer, Nelson, Nemo, Nio, Noah, Noce, Noor, Norman, Nos, Notte. Seguiti da: Ok, Oka, Okchar, Olaf, Olbi, Oliver, Olympus, Olras, Olsi, Oltan, Otello, Omero.

Peluche, Peluco, Peperino, Pie, Piedino, Pikkio, Pile, Pilucco, Pingu, Pinko e Pixel sono dolcissimi. Ma anche: Ralph, Ray, Robbie, Robin, Ross, Rumbik, Ruslan, Ruf, Ryzhik, Ryzhok e Ruffle. Con la S abbiamo: Scrat, Sean, Seth, Shisha, Shrek, Siam, Sid. Con la T: Trottolino, Truilly, Trump, Trychi, Tulino, Turbo. Poi possiamo scegliere anche Uther,Vasco, Vega, Venerdì, Viktor, Wiki, Willy o Wolly. Seguiti da Xabi, Yoghi, Yum, Zampetta, Zippo.

Nomi per gatti femmine

gatta

Come scegliere il nome del gatto se, invece, abbiamo preso in casa con noi una femminuccia? Fermo restando che la nostra fantasia può creare qualsiasi suono, lasciamoci ispirare ancora un po’. Tra i più gettonati ci sono: Amalia, Ariel, Blanche, Cherie, Cleopatra, Fanny, Lady, Matilda, Mia, Milù, Noisette, Penny, Priscilla, Regina, Scheggia, Virgola o Wilma.

E se fosse una coppia? Ecco gli amori più famosi che possono essere rivisitati con i nostri amici a quattro zampe. Romeo e Giulietta sono quotatissimi, come Lady e Oscar, Tristano e Isotta, Dante e Beatrice, Burro e Marmellata. Ma a voi cosa piace di più?

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati