Come viaggiare con il gatto in treno: regole e consigli

Gattino su un treno giocattolo

Oggi affrontiamo la questione del come viaggiare con il gatto in treno. Sono sempre di più, infatti, le persone che decidono di portarsi l’amico a quattro zampe in viaggio con loro.

E proprio per questo, noi vi abbiamo già dato tutti i consigli per portare il gatto in vacanza. Oggi però entriamo nel dettaglio e parliamo del treno.

Dopo aver affrontato il vademecum per un viaggio in sicurezza del gatto in auto, cambiamo mezzo di trasporto e parliamo di quello che viaggia sulle rotaie.

Gatto che viaggia in treno

Quali sono le regole

Come viaggiare con il gatto in treno? Anche se per alcuni di voi sembra un’impresa impossibile, vi assicuriamo che si può fare. Basta, ovviamente, seguire alcune regole fondamentale.

Farlo nel modo sbagliato e senza prima informarsi può trasformarsi in un vero e proprio incubo. Per voi, per il gatto e anche per tutti gli altri passeggeri. Ecco perché, come sempre, l’informazione è sempre una delle cose più importanti.

Iniziamo con la buona notizia: i felini viaggiano gratis nel treno, purché sia al di sotto dei 10 chili.

Gatto che guarda fuori da un finestrino

Ovviamente è obbligatorio il trasportino. Sembra inutile dirlo, ma il vostro amico a quattro zampe non può assolutamente essere libero di camminare sul treno.

Questa è una delle cose più importanti. Potete anche avere il gatto più educato e addestrato del mondo, ma non dovete mai e poi mai liberarlo nella carrozza del treno.

Per assicurare un viaggio in serenità, infatti, il rispetto delle altre persone è l’aspetto più importante. Tra gli altri passeggeri, ad esempio, potrebbe esserci qualcuno allergico ai felini. Ecco perché il vostro gatto non dovrà mai uscire dal suo trasportino.

Infine, ricordatevi che una persona può trasportate solo un trasportino per volta. In pratica, quindi, un solo felino.

Gatto che guarda dal finestrino di un treno

I consigli per un viaggio sereno

Passiamo adesso a quelli che sono i consigli per viaggiare serenamente con il vostro amico a quattro zampe.

Potete infatti conoscere alla perfezione le regole per viaggiare con il gatto in treno, ma se il vostro felino non è ben disposto, il viaggio potrebbe comunque trasformarsi in un incubo.

Iniziamo con la cosa più importante: ricordate che il gatto è un animale molto abitudinario. Questo ha due conseguenze fondamentali.

Da una parte, è abbastanza probabile che non ami viaggiare. Dall’altra, sarà proprio l’abitudine a renderlo sempre più tranquillo e sereno in treno.

Gattino sopra un treno

Il consiglio migliore che possiamo darvi è quello di abituarlo con il tempo. Cercate prima di abituarlo al trasportino, anche se solo in casa.

Poi magari spostatevi nella vostra macchina, così i primi giorni di lamenti quasi inevitabili dovrete sopportarli solo voi. Piano piano, quando il gatto sarà tranquillo in macchina, potete provare con il treno.

Ricordatevi di portare con voi sempre dell’acqua, qualche snack e tutto ciò che potrebbe esservi utile in caso di emergenza.