Gatti in auto: il vademecum per un viaggio in sicurezza

Adesso che l’estate è entrata finalmente nel vivo, parlare di gatti in auto ci sembra quasi d’obbligo.

Molti di voi si stanno preparando per trascorrere le sacrosante ferie in vacanza e alcuni lo faranno in compagnia del proprio amico a quattro zampe. Sapete come trasportare il vostro felino in totale sicurezza? Ecco tutte le regole da seguire per un viaggio sicuro.

Gatto che dorme in macchina

 

Trasportare in maniera sicura i gatti in auto: le regole da seguire

Abbiamo già parlato della questione se sia meglio portare il gatto in vacanza o lasciarlo a casa. Ovviamente, a prescindere dalle vacanze, trasportare un felino in macchina è un’attività che prima o poi ognuno di voi dovrà fare.

Gattino dentro una macchina

Perché, dunque, arrivare al momento in cui si renderà necessario per farlo per la prima volta? Se il vostro gatto non è abituato a viaggiare in automobile, vi assicuriamo che potrà essere un vero inferno, sia per voi che per lui.

Il primo consiglio che vogliamo darvi, dunque, è di abituare il gatto fin da piccolo a fare i viaggi in macchina. Cercate di non associare la macchina al veterinario, o sarà molto difficile farlo stare tranquillo in auto.

Gattino che guida

Per legge, il felino all’interno di una macchina deve stare dentro un trasportino. Cercate di non fare mai viaggi più lunghi delle 6 ore, dopo le quali anche il gatto più abituato del mondo comincerà a sentire la sofferenza.

Evitate di farlo mangiare prima del viaggio, perché è molto frequente che i gatti, dopo o durante un viaggio in auto, presentino nausea e vomito. State tranquilli, il vostro amico a quattro zampe non morirà di fame.

Cercate comunque di portarvi qualche stuzzichino con voi, così da deliziarlo durante le indispensabili pause. Anche l’acqua è, ovviamente, di vitale importanza.

Gatto dentro un trasportino

Inutile dire che non va lasciata a disposizione del gatto, altrimenti quasi sicuramente si rovescerà. Il consiglio è di fermarvi di tanto in tanto per farlo bere.

Attenzione, quando vi fermate non dovete mai e poi mai farlo uscire dal trasportino. L’ambiente nuovo, infatti, potrebbe spaventarlo e il rischio che scappi sarà molto possibile.

In ultimo, parliamo del problema bisogni. Il consiglio è quello di portarvi anche una lettiera o comunque una scatola contenente la classica sabbia. Provate a metterlo lì dentro ogni volta che vi fermate e sperate che capisca il concetto.

Ovviamente, non è possibile dire al gatto di fare la pipì a comando. Ricoprite dunque il trasportino di coperte perché, soprattutto nel caso di viaggi lunghi, sarà molto probabile che faccia i suoi bisogni all’interno dello stesso.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati