Cuccioli di Pixie Bob, carattere e tutto quello che bisogna sapere

Cuccioli di Pixie Bob? Cosa bisogna sapere a riguardo? Quali sono le informazioni necessarie per capire il temperamento di questi splendidi esemplari? Vediamo insieme qualche dettaglio sulla razza e alcune informazioni sui piccoli felini.

Informazioni generali sulla razza

gatto a caccia

Il Pixie Bob è un gatto originario degli Stati Uniti, che prende il suo nome da due particolari: “pixie” fu il nome del primissimo cucciolo esistente, “bob” invece gli venne attribuito per la grande somiglianza con una tipologia di animale selvatico, chiamato Bobcat.

Non c’è certezza assoluta riguardo l’origine di tale razza. Ci sono varie teorie a riguardo, nessuna delle quali può essere considerata vera al 100%.

Alcune, le più diffuse, associano l’origine del Pixie Bob con le linci rosse, dei particolari felini selvatici dal pelo tigrato e dall’aspetto elegante e intrigante.

La verità dei fatti, però, tramite svariati test del DNA, ha dimostrato che l’accoppiamento di gatti con tali linci non è mai avvenuto realmente. La somiglianza, soprattutto nel pelo e nella parte della coda è dovuta solo ad una mutazione genetica, avvenuta naturalmente nel corso della storia.

Sembrerebbe che il primissimo esemplare di questa razza nacque all’incirca durante gli anni ’80 del secolo scorso. In questo periodo, alcuni gattini selvatici salvati dalla strada si accoppiarono con altri incontrati per caso gironzolando.

Quali fossero effettivamente le origini reali o gli incroci da cui erano nati tali gatti non è dato saperlo. Ciò che rimane certo, invece, è che la natura ha fatto il suo corso preimpostato.

Certo è che Pixie fu il nome della prima gattina che poi diede il nome all’intera razza. L’esistenza di tale gatto al giorno d’oggi la dobbiamo ad un’allevatrice appassionata che, verso la fine del secolo scorso, si occupò di portare avanti la specie, basandosi su alcuni parametri. Gli esemplari dovevano rispecchiare alcune caratteristiche: pelo maculato, coda corta, lineamenti esotici.

Nel 1989, dopo mesi di ricerche, si delineò il primo standard di razza che aveva esattamente tutte queste caratteristiche. Ci volle molto sforzo e tanta pazienza perché il gatto venisse accettato e riconosciuto ufficialmente.

Il problema era la possibile origine selvatica dell’esemplare. Non sempre le associazioni guardavano di buon occhio questo aspetto, tanto che spesso era anche motivo di esclusione. Ciò avveniva perché i gatti domestici dovevano rispettare determinati aspetti, come la dolcezza e l’assoluta tranquillità.

Ma, infine, bellezza, eleganza e socievolezza vinsero ogni dubbio possibile e il Pixie Bob fu accettato nei registri ufficiali.

Il prezzo medio di un esemplare di Pixie Bob si aggira intorno ai 900-1300€. La razza è di taglia medio-grande: il corpo è forte, resistente e slanciato. Un maschio può arrivare a pesare anche intorno ai 10 kg, una femmina si aggira intorno ai 5 kg.

La coda e il pelo sono i particolari che contraddistinguono questa razza. La coda è molto corta, va dai 5 cm a poco meno di metà corpo per lunghezza. Il pelo è maculato, con sfumature che variano dal grigio di base a tonalità e colori più scuri.

L’aspettativa di vita di un Pixie Bob si aggira intorno ai. 12-14 anni di vita. Non pretende particolari cure, se non quelle che devono essere sempre riservate a qualunque animale domestico.

L’alimentazione deve essere equilibrata e sana. Quello di cui dobbiamo preoccuparci è spartire sempre le giuste dosi di cibo di ottima qualità, al fine di dare al gatto il sostentamento quotidiano che merita e le sostanza nutritive adeguate.

Il Pixie Bob necessita di essere spazzolato quotidianamente, che l’esemplare sia a pelo lungo o corto. Ha un manto molto denso e lanoso, dunque tende a intrecciarsi moltissimo. Per evitare che si annidino corpi estranei che potrebbero disturbare il suo benessere, è importante tenerlo sempre pulito e spazzolato.

In generale, comunque, si può concludere che il Pixie Bob sia un perfetto esemplare di gatto domestico, nonostante le sue origini selvatiche o meno siano ancora di incerta documentazione.

Vediamo ora insieme qualche caratteristica che contraddistingue i cuccioli di Pixie Bob.

Cuccioli di Pixie Bob: cosa c’è da sapere?

pixie bob con occhi belli

Come sono i cuccioli di Pixie Bob? Cosa bisogna sapere su questi piccoli amici? I cuccioli di Pixie Bob sono degli esserini incredibili e molto dolci. Rimangono cuccioli per moltissimo tempo prima di approdare definitivamente all’età adulta e diventare indipendenti.

Essendo un gatto particolare, si consiglia di far accoppiare soltanto gatti della stessa razza per ottenere degli esemplari con tutte le caratteristiche dello standard.

L’aspetto selvatico e selvaggio dei cuccioli di Pixie Bob non deve compromettere il giudizio che a prima vista si potrebbe avere su di loro. Ricordiamoci sempre che l’apparenza inganna!

Come mai? Perché, in realtà, questi musetti tenerissimi non sono altro che dei cuccioli incredibilmente dolci e affettuosi, perfettamente in grado di adattarsi all’ambiente familiare in cui vengono portati.

È ovvio che la genetica influisce anche sul comportamento e sul temperamento dei cuccioli di Pixie Bob, come succede naturalmente per tutti i gatti. Sappiamo, infatti, che le origini e gli accoppiamenti sono fondamentali per la creazione del carattere, non solo del fisico.

Questo però non significa che generalmente i cuccioli di Pixie Bob siano aggressivi o selvatici. Sono iperattivi e sempre pronti a scorrazzare e divertirsi, sia dentro che fuori da casa.

Però, allo stesso tempo amano stare in compagnia dei loro padroncini umani, passando il tempo fra giochi, coccole e fusa. Anzi, paradossalmente a volte il Pixie Bob è paragonabile addirittura ad un cane.

La disponibilità di questi cuccioli a socializzare con l’essere umano li porta spesso a non volersi mai staccare dall’uomo: sono anche disposti a farsi mettere un guinzaglio facilmente, pur di accompagnarci in ogni momento della giornata.

Guinzaglio per il gatto? A cosa serve? Come si usa? Vediamo qualche curiosità a riguardo.

I cuccioli di Pixie Bob sono fedeli e coccoloni, rispettano la casa, l’ambiente, gli spazi e la privacy altrui, esattamente come pretendono che gli altri facciano lo stesso con loro.

Fosse per loro, rimarrebbero degli eterni cuccioli: crescono lentamente e si addossano le dovute responsabilità con tutta la calma del caso. Hanno bisogno di un po’ di stimoli per diventare autonomi, ma prima o poi ci riusciranno.

Anche se si legano in modo simbiotico al padroncino, sono perfettamente in grado di rimanere da soli qualche ora e adattarsi all’ambiente vuoto dell’appartamento. Intelligenti e caparbi, sanno badare a loro stessi!

È in questi casi, infatti, che si fa sentire la loro indole più selvaggia: lo spirito d’adattamento rimane un cavallo di battaglia fondamentale!

Il sapersi inserirsi in qualunque contesto implica anche che i cucciolo di Pixie Bob, con un’adeguata socializzazione indirizzata e mirata, sono perfettamente in grado di diventare amici anche di altri eventuali animali che vivono nella casa.

La presenza di cani, gatti o qualunque altro tipo di animale non sarà un problema. Quello che conta è abituare i cuccioli fin da piccoli a condividere gli spazi comuni.

Così facendo, sia il rapporto col padroncino, sia quello con gli altri componenti della famiglia, umani o animali che siano, sarà perfetto e potrà durare davvero per sempre.