Cuccioli di Tonchinese, attenzioni specifiche da riservargli: cura e prevenzione

Cuccioli di Tonchinese: attenzioni da riservargli per una vita sana e felice

Al pari di molte altre razze, il legame cuccioli di Tonchinese – attenzioni è abbastanza forte, soprattutto se avete adottato da poco un esemplare di questa razza. Questo non significa che si tratti però di un gatto dalla salute debole. Anzi, tutt’altro. A quanto pare, questi felini sono noti soprattutto per la loro longevità, dimostrandosi in grado di vivere anche fino a 20 anni – seppur in pochi casi -.

Nonostante questo, è molto importante conoscere anche i punti deboli del vostro amico a quattro zampe, soprattutto se ci tenete a regalargli una vita sana e felice. E, al pari di altre razze, il Tonchinese ne ha più di qualcuno. Ecco perché diventa importante sapere quali sono le cure e le attenzioni da riservare a micio sin dai suoi primi mesi di vita, così da poter convivere al meglio con lui. D’altronde, tutti vogliamo che i nostri pelosi siano felici con noi, e queste piccole attenzioni vi aiuteranno a raggiungere questo obiettivo.

La cura del pelo

In linea di massima, il Tonchinese possiede un mantello che non richiede cure troppo specifiche. Lo standard di razza distingue esemplari sia a pelo lungo sia a pelo corto, ma in entrambi casi il sottopelo non è troppo abbondante, per cui vi basterà spazzolare il gattino una volta a settimana per assicurargli un manto in buona salute. E in perfetta forma, è chiaro. Al di là di questo, considerate anche che la muta di questa razza è tutt’altro che eccessiva, per cui dovrete semplicemente intensificare le sedute di spazzolate per riuscire a superarla al meglio.

cuccioli di Tonchinese attenzioni

Un dettaglio molto interessante riguardo al pelo del Tonchinese riguarda il colore, che si dimostra molto più pallido rispetto a quello degli adulti. Tendenzialmente, la colorazione del mantello tende ad intensificarsi nel corso del tempo, e fino ai 2 anni di età circa. Ma il pelo non è certo il solo oggetto di interesse delle vostre sedute di pulizia. Come ben sapete se avete già avuto altri gattini in casa, è importante abituare il cucciolo anche alla pulizia di orecchie ed occhi, oltre che al taglio delle unghie laddove necessario.

E considerando che la razza sembra essere predisposta alle patologie del cavo orale – come gengivite, stomatite e periodontite -, vi suggeriamo anche di preoccuparvi della pulizia della bocca del micio. Come? Spazzolando i denti del piccolo con un dentifricio apposito o utilizzando supplementi per l’igiene orale laddove necessario. Al tempo stesso, per evitare l’insorgere di queste patologie è importante scegliere un’alimentazione ben equilibrata per il felino, oltre che lasciare a sua disposizione sempre una ciotola di acqua fresca e pulita. Ma vediamo allora quali altre attenzioni rivolgere alla salute del vostro amico a quattro zampe.

La salute del Tonchinese

Come anticipato, stiamo parlando di una razza particolarmente longeva, che vanta un’aspettativa di vita media tra i 13 e i 15 anni, anche se alcuni esemplari possono vivere anche fino ai 20 anni. Nonostante questo, è abbastanza evidente che la durata della vita del vostro amico a quattro zampe non possa dipendere soltanto dalla genetica, ma anche dallo stile di vita che conduce. Ed ecco perché dovrete prestare particolarmente attenzione all’alimentazione, all’attività fisica del piccolo e alla cura del pelo.

In linea di massima, il Tonchinese non soffre di patologie particolari, anche se c’è da sottolineare che ha una scarsa resistenza al freddo per via del sottopelo poco abbondante. Vi suggeriamo quindi di prestare particolare attenzione al micio soprattutto nel periodo invernale, anche se in linea di massima questo felino non sembra amare particolarmente nessun cambiamento di temperatura. Al di là di questo, come già detto, il gattino potrebbe soffrire delle patologie orali che affliggono comunemente gli animali domestici.

cuccioli di Tonchinese attenzioni

Oppure, in alcuni casi, il gatto potrebbe soffrire di atrofia progressiva della retina. Si tratta di una patologia che potrebbe portare il micio alla cecità, ma che è diagnosticabile con un test genetico. Nel caso in cui vogliate essere certi della salute del vostro amico a quattro zampe, vi suggeriamo di rivolgervi ad un veterinario. In sostanza, essendo poco portati a malattie genetiche, dovrete rivolgere ai cuccioli di Tonchinese attenzioni essenziali.

Tutto quello che c’è da sapere sull’alimentazione

Lo abbiamo già detto, ma ci teniamo particolarmente a ripeterlo: l’alimentazione dei cuccioli di Tonchinese deve essere ben equilibrata. Ed ora vi spieghiamo il perché. Per natura questa razza si dimostra energica e sportiva, con un grande bisogno di tenersi in movimento. Ed anche di divertirsi. Non a caso, una delle caratteristiche che i padroni apprezzano maggiormente è l’indole giocherellona di questo felino. Ma cotanta voglia di giocare, che porta con sé un enorme dispendio di energie, richiede una dieta ben organizzata.

Pertanto, se non avete mai avuto esperienze con gattini in passato, fareste bene a rivolgervi ad un veterinario per capire che tipo di alimentazione dare al piccolo. È importante che sia di qualità, anzitutto. E che soddisfi le sue esigenze nutritive. Dovete anche fare attenzioni alle dosi, perché questo micio sa dimostrarsi goloso. Ma se non pratica abbastanza movimento, potrebbe addirittura rischiare di ingrassare. In ogni caso, ricordatevi che servire i pasti in ciotole interattive potrebbe aiutare il piccolo a soddisfare sia la sua fame sia la sua esigenza di moto.

cuccioli di Tonchinese attenzioni

Soddisfare i bisogni dei cuccioli di Tonchinese

Quando si parla di cuccioli di Tonchinese attenzioni si fa sempre riferimento a salute, alimentazione e pelo, ma raramente ad altri bisogni del micio. Come abbiamo detto poco sopra, questa razza vanta un’indole giocherellona. E qual è il modo migliore per soddisfarla? Sicuramente garantire al cucciolo sessioni di gioco, sia in solitaria sia in vostra compagnia, perché fondamentali per il suo benessere. Diventa allora fondamentale acquistare giochi che possano stimolare il micio senza farlo annoiare, ma anzi alimentando la sua curiosità.

E considerato il suo bisogno di esercizio fisico, avere in casa un tiragraffi o qualche oggetto su cui il felino possa arrampicarsi non sarebbe affatto male. In questo modo, potete stare certi che il piccolo esaurirà tutte le sue energie. Questo si tradurrà in un gatto più tranquillo, sereno e felice. In fondo, basta dare ai cuccioli di Tonchinese attenzioni piccole per renderli davvero contenti.