Cuccioli di Toyger, carattere e temperamento: cosa sapere su di loro

Cuccioli di Toyger, carattere e comportamento: cosa sapere per curarli adeguatamente garantendogli una crescita sana e piena di movimento

cuccioli di Toyger carattere

Dal fascino indiscutibile, dalla spiccata intelligenza e dai cromatismi affascinanti per i cuccioli di Toyger carattere e bellezza camminano di pari passo.

Un mix incredibile che li rende quasi unici nel loro genere, frutto di combinazioni genetiche precise questi simpatici micioni vantano evidenti somiglianze con cugini di rango superiore, le tigri.

Scopriamo i cuccioli di Toyger, carattere e personalità

I cuccioli di Toyger nascono dalla combinazione due razza di felini, il Soriano e il gatto del Bengala, con l’obiettivo ultimo di ottenere dei felini dal manto tigrato.

Una creazione di matrice umana e che ha preso vita negli Usa degli anni ’80 portando alla nascita di una nuova razza.

Ovvero il Toyger che letteralmente significa Toy tiger ovvero tigre giocattolo.

A questi piccoli predatori tascabili il fascino non manca di certo, possono competere sicuramente con le stesse tigri in quanto a bellezza ed eleganza.

Ma di certo si discostano dal punto di vista caratteriale vantando un’indole molto più giocherellona e affettuosa, con una forte predisposizione per gli agi dati dalla vita domestica.

I cuccioli di Tiger sono gattini davvero docili e affettuosi tanto da risultare profondamente mansueti fino ad accettare gli estranei con serenità d’animo.

Un comportamento che contrasta apertamente con quel loro look così grintoso e selvaggio, anche se non sono di certo degli appassionati della caccia e delle prede.

Prediligono maggiormente le attività ludiche in grado di stuzzicare e sviluppare la loro incredibile intelligenza, a loro basta davvero poco per raggiungere la felicità.

A partire dalla condivisione degli spazi con la famiglia di appartenenza e delle attività domestiche, adorano la presenza e la vicinanza e ricevere carezze amorevoli.

Per distrarli basta poco, anche lanciare una pallina o creare un piccolo percorso di agility cat casalingo così da permettergli del sano e stimolante movimento.

Tutto ciò che stuzzica il loro interesse è fondamentale per la serenità personale di questi adorabili gattini e per la loro felicità.

Per questo è impensabile lasciarli soli per troppo tempo senza la presenza di un loro simile.

Un isolamento casalingo eccessivo, una solitudine prolungata sono un affronto per loro animo delicato e mansueto.

Tanto da farli cadere vittime della sindrome dell’abbandono patendo fortemente l’assenza del proprietario.

Sono invece perfetti per chi può trascorrere buona parte del tempo tra le mura di casa sia lavorando che rilassandosi, infatti gli anziani sono i più indicati.

E potranno trovare nei cuccioli di Toyger una spinta in più per rimettersi in moto dedicandogli attenzioni, cure e amore, ovvero tutto ciò che bramano queste mini Tigri tascabili.

Caratteristiche fisiche e aspetto estetico

Come anticipato i cuccioli di Toyger vantano un carattere amorevole in aperto contrasto con un aspetto davvero grintoso che ricorda la fisionome delle tigri.

Le stesse a cui l’uomo si è ispirato combinando due razze feline, Soriano e Bengala, così da ricavare gattini dal pelo corto, striato e selvaggio.

Fisicamente sono quadrupedi che possiedono zampe e corpo robusto, anche se slanciato, con muscolatura sviluppata e ossa molto solide.

Il peso è nella media e da adulto può variare tra i quattro e i sette chilogrammi, mantenendo un formato comunque sinuoso e dalle linee eleganti.

Ed è proprio questo che colpisce, quella delicatezza innata che ricorda le movenze delle tigri selvagge trasformate in felini dal formato davvero contento e dall’animo pacifico.

Il pelo cattura l’attenzione sia per la sua morbidezza a sofficità, ma principalmente per la singolare colorazione che lo definisce.

L’unico colore ammesso per i cuccioli di Toyger è il tigrato noto come Mackerel tabby marrone o nero, con un evidente e marcato contrasto tra fondo e striature.

La cura del mantello risulta facile sia perché di lunghezza contenuta sia perché la muta è quasi assente, per questo potranno bastare le classiche spazzolate di routine.

Queste mini tigri tascabili sfoggiano un’indole energica e dinamica sin dai primi mesi di vita, una predisposizione che non abbandoneranno per il resto della loro crescita.

In molti sono spinti a credere che i piccoli di Toyger siano davvero il frutto di una parentela misteriosa con le tigri stesse, nati da chissà quale combinazione genetica.

Ma gli esperti da sempre sconfessano quella che in realtà è solo una leggenda popolare perché i Toyger sono gatti comuni che non possiedono un’origine ibrida e neppure selvatica.

Sono normali gatti di casa dall’aspetto austero e vigoroso, dallo sguardo magnetico e dalle movenze sinuose, ma indubbiamente dal carattere amorevole.

Toyger, curiosità e storia di questi gattini adorabili

La nascita della razza Toyger la si deve alla passione per i felini e per gli incroci di razza di Judy Sudgen, figlia di Jean Mill nota come l’ideatrice della razza del gatto del Bengala.

La voglia di creare una razza tutta nuova spinse la Sudgen a mixare i geni del Bengala con quelli di un gatto domestico di razza Soriano.

Il risultato promettente portò alla nascita di cuccioli con striature marcate sul pelo, che la stessa allevatrice decise di accentuare valorizzando questa caratteristica singolare.

La scoperta di alcuni tratti estetici, di alcuni segni circolari presenti sulla fronte di uno degli esemplari guidò le successive combinazioni genetiche.

La stessa allevatrice decise di puntare proprio questi dettagli cromatici che ricordavano i pattern tipici delle tigri, decretando così l’avvio definitivo della razza stessa.

Nel 1993 si aggiunse al gruppo un terzo esemplare proveniente dall’India con macchie simili presenti tra le orecchie, tanto da favorire ulteriormente la selezione.

La razza Toyger è stata registrata ufficialmente nel 1993 e dal 2000 ha ottenuto l’ammissione alle varie esposizioni feline.

Per prendersi cura adeguatamente di questi cuccioli è importante consultare il veterinario di fiducia che potrà suggerire la dieta più adatta per il loro fabbisogno.

In particolare che possa ricaricare le energie perse durante le interminabili sessioni di gioco, corse e arrampicate domestiche.

Nonostante in America sia particolarmente amata e diffusa, in Italia non è ancora così presente e gli allevamenti ufficiali sono davvero pochi.

Le cifre per l’acquisto sono molto elevate e si aggirano intorno ai 3000 massimo 4000 euro ad esemplare, per questo è importante rivolgersi solo agli esperti di settore.

Centri specializzati che potranno rilasciare tutta la documentazione necessaria, specificando le origine del gatto acquistato e le istruzioni per garantirgli cure adeguate.