Denti del gatto: i rischi e la prevenzione

Parliamo dei denti del gatto, un argomento molto spesso sottovalutato da molti proprietari di felini. Sapete che è molto importante prendersi cura della cavità orale del vostro amico a quattro zampe?

Proprio come per noi, infatti, anche per il nostro gatto la cura dei denti è fondamentale. La mancata pulizia dentale, infatti, potrebbe favorire l’insorgenza di alcune malattie. Vediamo insieme quali sono i rischi e come prevenirli.

Gatto con la bocca aperta

A titolo informativo, i gatti da cuccioli hanno ben 24 denti da latte, che da adulti diventano 30. I denti del gatto si dividono in canini, 4, incisivi, 12, premolari, 8 e molari, 6.

Parlando di rischi legati ad una cattiva pulizia dentale, il più comune è sicuramente il tartaro. La rimozione del tartaro è molto difficile e molto spesso sarà necessario l’intervento di uno specialista.

Gatto che sta sbadigliando

Il tartaro si forma quando la placca si trasforma nello stato solido e si accumula nei denti del vostro gatto. Altro non è che una pellicola formata dall’insieme di batteri e zuccheri provenienti dal cibo.

Purtroppo, la placca non attacca solo i denti, ma anche le gengive del vostro felino, favorendo l’insorgere di infiammazioni gengivali. La gengivite, se non curata in tempo, può essere davvero molto dolorosa per il vostro amico a quattro zampe.

Gatto che sbadiglia

Il dolore, infatti, potrebbe portare il vostro felino a smettere di mangiare, provocando, dunque, tantissime altre conseguenze.

Come detto, quindi, la cura dentale del vostro gatto è di estrema importanza per il suo benessere. D’altra parte, però, è molto difficile trovare un gatto che si lasci pulire i denti.

Anche per questo, un po’ come sempre, il nostro consiglio è quello di rivolgervi al vostro veterinario di fiducia. Come lui, infatti, nessuno saprà indicarvi il modo corretto per pulire i denti del vostro gatto.

Denti di un gatto

 

In ogni caso, noi vi abbiamo già parlato di come pulire i denti al gatto e di quando e come farlo. Ricordate, inoltre, che l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale anche nella cura orale del vostro amico a quattro zampe.

Nell’ottica della pulizia dentale, il cibo secco è decisamente migliore di quello umido. Le crocchette, infatti, data la loro consistenza, difficilmente si depositano sulla dentatura del vostro gatto.