Pulire i denti al gatto: quando e come farlo

I nostri amici felini fanno quasi tutto da soli, ma ci sono casi in cui è necessario un aiutino: per esempio ecco come pulire i denti al gatto

denti-gatto

Una delle abilità che Micio non ha è quella di lavarsi i denti da solo. A differenza dei gatti domestici, i gatti selvatici lo fanno usando rami, foglie o erba, quindi mantenendoli puliti. Per questo è bene sapere come pulire i denti al gatto, aiutandolo a mantenere la corretta igiene orale.

Un cavo orale ben curato è essenziale per la salute del gatto: si tratta della cura di base che aiuta a prevenire infezioni e patologie che possono degenerare. Scopriamo come fare.

Quando pulire i denti al gatto

Se Micio mostra segni di placca è il momento di aiutarlo a pulire i denti. La placca è infatti tra le cause di dolore alle gengive, di alitosi e, nei peggiori casi, di infezioni o perdita dei denti. Per questo motivo, è importante iniziare subito ad abituare il gatto a una routine di igiene dentale.

In un primo momento pulire i denti al gatto può essere un po’ difficile, ma con il tempo l’attività diventerà più facile e meno spiacevole. Prova a spazzolare i denti del tuo gatto e tieni d’occhio lo stato della bocca tre volte al mese.

Se il tuo gatto è un cucciolo approfittane e inizia questa routine quando è giovane, così da abituarlo subito.

Come pulire i denti al gatto

Ti avvisiamo: per pulire i denti al gatto dovrai iniziare a lavorare alla vostra routine almeno tre settimane prima. Devi ritagliare del tempo, almeno un’ora al giorno, per portarlo in un’area che dovrà riconoscere come sicura e coccolarlo, senza fare altro.

Dopo il quinto giorno, coccola anche l’area del musino e comincia a scoprire delicatamente i denti. Se il gatto mostra fastidio non fare movimenti bruschi: insisti con calma, facendogli capire che è un momento di tenerezza.

Quando avrà metabolizzato questo gesto, inizia a “presentargli” lo spazzolino. Avvicinalo alla sua bocca, faglielo odorare, fagli capire che è innocuo. Fallo per un paio di giorni. Quando sarà completamente a suo agio, procedi con la pulizia sollevando il labbro da un lato e sfiorando delicatamente i denti dall’alto verso il basso.

Per spazzolare il fondo , potrebbe essere necessario applicare una certa pressione in modo che il gatto apra la bocca. Pizzicalo leggermente per farlo, anche se il gusto e l’odore del dentifricio saranno probabilmente di aiuto in questo. Non è necessario risciacquare: i dentifrici per gatti sono commestibili.

Pulire i denti al gatto senza spazzolino

Se nonostante i tentativi e le gentilezze il gatto proprio non tollera lo spazzolino, dovrai lavare i suoi denti con altri metodi. Per esempio puoi contrastare la placca dentale con cibi e integratori speciali: non sono efficaci al 100%, ma aiutano a ridurla.

Puoi anche comprargli dei giochi da masticare, anche se in genere i gatti non sono molto avvezzi. Per ulteriori metodi di lavaggio puoi anche parlare con il veterinario, che saprà indirizzarti verso la soluzione migliore per Micio.