Djoon, il gatto che è tornato a casa dopo 9 anni

Il gatto Djoon

Oggi vogliamo raccontarvi la particolare storia di Djoon, il gatto che è tornato a casa dopo 9 anni dalla sua scomparsa.

La storia di Djoon è una storia che commuove sotto due diversi punti di vista. Da una parte c’è la felicità della sua proprietaria di aver ritrovato il suo amato felino dopo ben 9 anni.

Primo piano di un gatto

Dall’altra c’è la tristezza di un destino che ha voluto ancora mettere lo zampino nella vita di questa donna.

La storia di Djonn inizia molti anni fa a Parigi. A raccontarla è Marine, la sua proprietaria. Djoon è un gatto di razza Sphynx che arriva nella vita di Marine nel lontano 2008.

Tra le due si instaura immediatamente un rapporto straordinario, di quelli che ci possono essere solo tra un felino e il suo proprietario.

La storia del gatto Djoon

Due anni dopo, Marine decide di prendere un altro Sphynx di nome Fidjii da regalare al padre.

Ma pochi giorni dopo l’arrivo del nuovo felino, il destino decide di cambiare le carte in tavola. Una finestra dimenticata aperta e la vita di Marine cambia per sempre.

Djoon scappa e, nonostante le tante ricerche, di lei non c’è più traccia. Marine decide quindi di tenere con sé il nuovo felino, forse per riuscire a colmare meglio la mancanza del gatto scomparso.

Gatto in una cuccia

 

Passano gli anni e la ragazza si trasferisce in Inghilterra. La sua vita procede, con la nascita di due figli e il rapporto con Fidjii sempre più stretto.

Quando Marine riceve la telefonata che l’avvisa che il suo gatto è stato ritrovato, fatica a crederci. Fidjii è proprio lì davanti ai suoi occhi, di quale felino stanno parlando?

Incredibile ma vero, la telefonata arriva dalla Francia. Qualcuno ha trovato Djoon e dopo il classico controllo del microchip è riuscita a risalire a lei.

Gatto Djoon

Una gioia incontenibile scuote Marine che, nel giro di poco tempo, corre a riprendersi il suo amato gatto.

Ma, come detto, la sua gioia dura poco. Dopo appena 15 giorni dal ritorno di Djoon, Fidjii si ammala e nel giro di poco tempo muore. Così, come se avesse capito che il suo compito di consolare Marine fosse ormai finito e che la sua missione fosse ormai conclusa.