Due gatti possono condividere la lettiera?

Hai adottato un altro micio e ora hai un dubbio: due gatti possono condividere la lettiera? Cerchiamo di scoprirlo

gatti-nella-lettiera

I gatti sono animali risaputamente indipendenti e molto puliti. Considerando che sono anche abbastanza socievoli, in genere si tende ad adottarne anche più di uno. Ma all’arrivo del secondo micio, ecco il quesito cruciale: due gatti possono condividere la lettiera?

Oggi scopriremo la risposta a questa domanda e cercheremo anche di capire da cosa dipende il comportamento dei nostri mici.

Quanti lettiere servono per un solo gatto?

Ci sono due domande che vengono spesso poste agli esperti di comportamento felino. La prima riguarda i metodi per abituare il gatto alla lettiera, la seconda invece riguarda proprio la quantità di lettiere da tenere a casa.

Ecco, a quanto pare la risposta corretta è: un numero pari al numero di gatti più uno. Questo significa che se abbiamo un gatto serviranno due lettiere, se ne abbiamo due ne serviranno tre e così procedendo.

Un numero adeguato di lettiere in casa è essenziale per prevenire problemi comportamentali, come la minzione o la defecazione all’esterno della lettiera, e persino problemi veterinari come la cistite idiopatica felina.

Territorialità e privacy

Dunque è impensabile che due gatti possono condividere la lettiera. Questo perché i gatti sono animali fortemente territoriali e ancorati ai loro “possessi”, lettiera compresa. Se usi una sola lettiera per due gatti ti accorgerai che uno di loro urina o defeca fuori dalla lettiera.

Averne una in più serve anche a evitare che l’uno invada la lettiera dell’altro: meglio offrire un’opzione in più che ritrovarsi a pulire bisogni fatti sul pavimento, sul parquet o sulla moquette.

Le giuste lettiere per gatti

Anche il tipo di lettiera che si sceglierà  è molto importante. Le lettiere devono essere diverse e non avere un profumo eccessivo. Per questa ragione bisogna scegliere almeno due tipi di sabbiette che possano piacere a entrambi i gatti.

Addirittura sarebbe meglio prendere due tipi di sabbie che piacciano esclusivamente all’uno e all’altro gatto, in modo che i confini siano ancora più netti. Per la terza lettiera (ricordiamo la regola numero pari + 1) andrà bene una sabbia più neutra e a grano fine.

Se non sai quale tipo di lettiera scegliere, ricordati che esistono anche delle lettiere automatiche, che sono tra le opzioni più innovative e apprezzate del momento. Il loro principale vantaggio è che permettono di programmarle per fare fino a quattro pulizie al giorno.

Con tre lettiere automatiche potrai andare sul sicuro, perché anche in caso di “invasione di campo” i bisognini saranno eliminati in archi di tempo brevi.