Come abituare il gatto alla lettiera?

Abituare il gatto alla lettiera può essere molto facile seguendo il giusto approccio e alcuni semplici accorgimenti, vediamo come fare.

gatto-e-lettiera

I gatti, normalmente, imparano come comportarsi dalla madre nei primi 3 mesi di vita. Può capitare però che alcuni gatti siano sprovvisti di mamma, o che abbiano vissuto allo stato selvatico per un certo periodo di tempo, e perciò non sappiano come utilizzare la lettiera. Quindi, come abituare il gatto alla lettiera? Il segreto sta tutto nel giusto approccio e nel saper interpretare le preferenze del gatto.

I nostri amici pelosi, anche in natura, sono soliti espletare i propri bisogni nella terra smossa o nella sabbia. Essi quindi sanno già cosa fare istintivamente, pertanto il vostro compito sarà incentrato nell’indirizzare il vostro micio nel posto giusto, incoraggiarlo e capire dai suoi comportamenti quali siano le sue preferenze.

Cosa fare per aiutare il gatto ad abituarsi alla lettiera

Per far si che il vostro gatto si abitui facilmente all’uso della lettiera, è importante cominciare prendendo alcuni accorgimenti per renderne l’uso semplice e piacevole. Vediamo quali sono:

  • Scegliere la lettiera giusta per il gatto
  • Comprare la sabbietta adatta
  • Posizionare la lettiera nel posto più indicato
  • Mostrare al gatto a cosa serve la lettiera
  • Mantenere la lettiera pulita

Scegliere la lettiera giusta per il gatto

La scelta di una lettiera adatta per il gatto è fondamentale per permettere al vostro animale domestico di poterla usare agevolmente. Per prima cosa, è importante che la lettiera abbia la dimensione giusta. In commercio potete trovare lettiere di svariate dimensioni, alcune sono piccole e volte all’utilizzo da parte di gattini, altre molto più grandi per l’utilizzo da parte di gatti adulti e gatti anziani. In realtà, anche se avete un gattino, è consigliabile munirsi di una lettiera piuttosto ampia sin dall’inizio, di modo che esso possa avere tutto lo spazio necessario per potersi muovere al suo interno, e per evitare che crescendo abbia difficoltà ad utilizzarla. Se il vostro è un gattino, o un gatto anziano, potete eventualmente sceglierne una con i bordi abbastanza bassi, così da facilitarne l’ingresso e l’uscita.

Potete inoltre scegliere una lettiera coperta o scoperta, entrambe hanno i loro pro e i loro contro, ma alla fine sarà il vostro gatto a farvi capire quale preferisce. Alcuni gatti infatti gradiscono la privacy che una lettiera coperta gli fornisce, altri possono trovarla scomoda ed avere difficoltà di movimento al suo interno.

Comprare la sabbietta adatta

Di sabbiette per gatti ne esistono infinite tipologie, diverse caratteristiche, colori, odori, e dimensioni. Come accade per il tipo di lettiera, anche per la sabbietta, sarà il vostro gatto a farvi capire quale tipo predilige col passare del tempo. In generale è consigliato scegliere con un tipo di sabbietta inodore, poiché i forti odori possono infastidire il gatto o provocargli allergia, e che produca meno polvere possibile, poiché dannosa per i polmoni del micio. Solitamente le sabbiette agglomeranti sono tra le più consigliate, in quanto sono facili da pulire, la dimensione dei sassolini più grande rende più facile spostarla e sotterrare i bisognini, ed aiuta il gatto ad individuare la presenza di vecchi escrementi.

Una volta individuata la sabbietta più gradita al vostro micio, si consiglia di evitare di cambiare tipologia, poiché questo cambiamento potrebbe generare nel gatto un rifiuto verso la lettiera.

Oltre alla tipologia di sabbietta è importante utilizzarne il giusto quantitativo. Poca sabbietta, infatti, potrebbe dare al gatto l’impressione di non riuscire a sotterrare i bisogni adeguatamente, può emanare cattivi odori e risultare più difficile da pulire. È consigliato, quindi, riempire la lettiera con una quantità di sabbietta compresa tra i 5 e i 10 cm di altezza.

Posizionare la lettiera nel posto più indicato

Individuare la posizione più indicata per la lettiera del vostro micio è importantissimo per far si che il suo utilizzo sia agevole. Posizionate quindi la lettiera in un posto tranquillo, appartato ma facile da raggiungere da qualsiasi punto della casa. Se abitate in un ambiente molto grande, o su più piani, potrebbe essere una buona idea posizionare più di una lettiera in diversi punti della casa. Fate attenzione a non posizionarla mai vicino alle ciotole del gatto, questo potrebbe infastidire il vostro amico peloso e spingerlo a non utilizzarla. Ricordatevi di posizionare la lettiera in modo che il gatto vi abbia facile accesso, non quindi in spazi troppo angusti e poco arieggiati.

Mostrare al gatto a cosa serve la lettiera

Per poter aiutare il vostro micio, è importante sapere che i gatti sono soliti espletare i propri bisogni soprattutto dopo aver giocato, dopo aver mangiato e dopo aver dormito. Nonostante, per la maggior parte dei gatti, l’uso della sabbietta sia istintivo, può capitare che alcuni esemplari abbiano bisogno di un piccolo aiuto iniziale. Alcuni gatti non necessitano particolari sollecitazioni per cui vi basterà mostrargli, al momento giusto, la collocazione della lettiera. Per altri invece, soprattutto se non ne hanno mai utilizzato una, potrebbero risultare molto utili i seguenti passaggi:

  • Giocare nelle vicinanze della sabbietta. Come abbiamo detto, i gatti sentono il bisogno di espletare i propri bisogni dopo l’attività fisica. Giocare nelle vicinanze della lettiera può essere utile per aiutare il vostro micio a prendervi confidenza. Vi basterà dirigere il gatto al suo interno non appena sarà arrivato il momento giusto.
  • Mostrate al gatto cosa fare. Se il vostro gatto non ha mai utilizzato una lettiera, aiutatelo posizionandolo al suo interno e mostrandogli il gesto di scavare usando le vostre dita, o le sue stesse zampe. Normalmente i gatti, in quanto esseri molto intelligenti, recepiscono al volo il messaggio. Potrebbe anche capitare che il vostro gatto scavi nella lettiera ma non ricopra i bisogni, mostrategli quindi cosa fare nella stessa identica maniera sopra citata.

Ricordatevi di essere sempre pazienti col vostro amato micio, se non dovesse recepire al volo, dategli tempo e riprovate. Non sgridate mai il vostro gatto perché non usa correttamente, o affatto, la lettiera, rischierete di peggiorare la situazione sottoponendolo ad uno stress.

Tenete presente anche che i gatti tendono a fare i loro bisogni sempre negli stessi posti poiché attratti dall’odore. Se il vostro gatto, quindi, ha fatto i bisogni da qualche altra parte della casa come ad esempio sul pavimento o sopra un tappeto, accertatevi di pulire a fondo e non lasciare traccia di odori. Inoltre potete rimuovere gli escrementi con della carta assorbente e posizionarla all’interno della lettiera in modo che il vostro gatto possa sentirne l’odore nel posto giusto.

Mantenere la sabbietta pulita

Un altra cosa fondamentale per far si che il vostro micio utilizzi la lettiera con piacere, è tenerla sempre pulita. Per il primo periodo di adattamento è consigliabile lasciare una piccola quantità di escrementi all’interno della sabbietta per fare in modo che il micio si abitui. Una volta che il vostro gatto si sarà abituato però, è importantissimo mantenere la lettiera pulita, poiché i cattivi odori possono risultare fastidiosi non soltanto per voi ma anche per il vostro amico peloso.

  • Rimuovete gli escrementi, sia solidi che liquidi, ogni giorno, due o più volte al giorno a seconda della sua grandezza e della frequenza con cui il vostro gatto la utilizza.
  • Lavate la vaschetta della lettiera con acqua tiepida e sapone neutro, possibilmente inodore, una volta a settimana. Prima di riempirla di nuovo assicuratevi che sia completamente asciutta.
  • Sostituite totalmente la sabbietta quando comincia ad assumere un colore giallino, quando emana cattivi odori o quando ne resta poca. Evitate di aggiungere sabbia pulita alla sabbia già usata, poiché non eliminerà i cattivi odori e ve ne farà utilizzare un maggiore quantitativo.

Se dopo tutti gli accorgimenti elencati, il vostro gatto dovesse continuare a non utilizzare la lettiera facendo bisogni per la casa, o se doveste notare che il vostro gatto non fa completamente i bisogni, contattate il vostro veterinario. Un gatto che si ostina a non utilizzare la lettiera o che non espleta affatto i suoi bisogni può anche essere sintomo dell’insorgenza di problemi di salute.