Ellis, il gattino che a Milano è diventato la mascotte di un quartiere

Da randagio a mascotte: la storia di Ellis, il gattino che è diventato la star di un quartiere di Milano

Gatto bianco e nero che osserva

Oggi vogliamo raccontarvi la particolare storia di Ellis, un gattino che a Milano è ormai considerato la mascotte di un quartiere.

La storia di questo amico a quattro zampe è una storia speciale. Una storia di trasformazione, in grado ancora una volta di insegnarci quanto sia importante non arrendersi mai.

Perché dalla vita Ellis ha avuto una vera e propria rivincita. Una svolta che ha trasformato in maniera decisiva la sua vita.

Gatto bianco e nero che osserva

Ecco che quindi, ancora una volta, i gatti possono insegnarci l’importanza della forza d’animo e di non arrendersi mai.

Come detto Ellis oggi è considerato una vera mascotte in un quartiere di Milano. Non ha una famiglia, ne ha tante.

Ogni giorno può scegliere dove dormire e ogni giorno riceve cibo da tutti gli abitanti di via San Marco, a Milano.

Gatto bianco e nero che osserva

Ma la sua vita non è sempre stata rose e fiori. Ellis non ha avuto sempre tutte queste coccole, tutte queste famiglie, tutto questo cibo. Non aveva neanche un rifugio in cui dormire.

Quando Sathya lo ha visto la prima volta, Ellis era abbastanza debilitato. La vita da randagio stava avendo la meglio su di lui ed il felino era piuttosto denutrito e disidratato.

Ma si è lasciato avvicinare dalla ragazza senza troppa difficoltà. Da quel giorno Sathya ha iniziato a portargli del cibo e il felino si è piano piano ripreso.

Gatto bianco e nero che osserva

Come lei, molti abitanti del quartiere hanno fatto lo stesso e giorno dopo giorno Ellis è rinato.

Oggi il felino gira per il quartiere di Milano come se fosse un re. Gli abitanti di Via San Marco gli hanno anche comprato una cuccia e fanno a gare per accarezzarlo.

Insomma, per il gattino Ellis la vita si è decisamente trasformata e in un attimo è diventato una mascotte a Milano, abbandonando la dura vita da randagio.

Proprio come è successo a Felix, il gattino che nel torinese è diventato la mascotte dei Vigili Urbani.