Frutta e verdura ai gatti: quale possono mangiare e quale no?

Frutta e verdura possono costituire una buona integrazione di vitamine e minerali nella dieta del gatto, ma quale può mangiare esattamente?

mix di frutta e verdura

Incorporare frutta e verdura nella dieta dei gatti è in generale una buona idea, ma prima di farlo è molto importante conoscere le proprietà specifiche di ogni frutto o vegetale: ognuno di essi infatti può avere un impatto diverso sul nostro micio, a volte anche attivamente dannoso. Vediamo allora insieme quale frutta e verdura possono mangiare i gatti e quale no.

gatto con ciotola di carne e verdure

Per quanto riguarda verdure e vegetali, cominciamo col dire che il gatto è e rimane un animale carnivoro. Una dieta ben bilanciata per lui conterrà quindi prevalentemente carne, e le verdure devono solo fungere da bonus ulteriore, non sostituirla. Ecco allora i vegetali più indicati per l’alimentazione del gatto:

  • Broccoli: ricchi di antiossidanti e di fibre, sono particolarmente adatti a gatti costipati o con problemi digestivi. Consumati al vapore insieme al resto del cibo saranno un toccasana per loro, ma attenzione a non esagerare con le dosi, perché un eccesso di fibre provoca diarrea.
  • Carote: pochi grassi, elevata quantità di potassio, calcio, fibre, vitamine A, C, B6, beta-carotene le rendono un ottimo snack soprattutto per i mici sovrappeso. Da consumare sempre cotte (per facilitarne la digestione), grattugiate o tritate finemente e in quantità moderate.
  • Piselli: si tratta dei vegetali più sani e sicuri per un gatto, poiché contengono magnesio, calcio, ferro, manganese, zinco, potassio e fosforo, nonché vitamine A, K, B1, B2, B6 e C. Mischiate un po’ di piselli cotti al vapore nel cibo del vostro gatto per aggiungere carboidrati e proteine alla sua dieta.
  • Zucca: se bollita e mischiata con la carne è facilmente digeribile.
  • Lattuga: cruda o bollita, fornisce fibre ed è priva di grassi.
  • Fagiolini: ricchi di fibre e vitamine, ideali per gatti sovrappeso.
  • Cetrioli: crudi o bolliti, aiutano a idratare l’animale.
  • Zucchine: molto diffuse nei cibi industriali, contengono magnesio, potassio e manganese e sono quindi sicure per il vostro micio.
  • Spinaci: contengono numerose vitamine e minerali importantissimi per ogni essere vivente, felini inclusi. Fungono anche da antiinfiammatori per il tratto digerente. Tuttavia possono risultare pericolosi per alcuni gatti, soprattutto quelli che soffrono di infezioni alle vie urinarie perché possono peggiorarne le condizioni.

Da evitare assolutamente perché tossici per il gatto: cipolla, aglio, funghi, pomodori e rabarbaro.

gattino e cesto di frutta

I seguenti frutti sono sicuri per il vostro gatto (e anche per i cani), ma non dimenticate che alcuni di essi contengono una quantità di zuccheri ben superiore alle verdure, e quindi non devono essere somministrati in quantità eccessive se non si vuole rischiare che l’animale ingrassi troppo.

Inoltre raccomandiamo non solo di lavare bene la frutta, ma anche di eliminare semi, noccioli (quelli di molti frutti contengono cianuro!), bucce ed eventuali filamenti e tagliarla in piccoli pezzi.

gattino con mele

  • Mela: contiene un’elevata quantità di fibre e pochi grassi, ed è quindi particolarmente indicata per i gatti anziani o sovrappeso, con un metabolismo più lento. È un’eccellente fonte di vitamina A e C, che aiutano a mantenere in salute ossa e tessuti. Occhio a evitare accuratamente i semi, che contengono cianuro.
  • Albicocca: frutto carnoso e ricco di beta-carotene e potassio, che aiutano a rinforzare la risposta immunitaria in caso di tumori. Eliminate subito foglie e noccioli, che per il gatto sono velenosi.
  • Banana: con altissimi livelli di potassio, aiuta a regolare la funzionalità di cuore e reni. Contiene però anche molti zuccheri e carboidrati, quindi non esagerate con le dosi: una banana tagliata a dadini offerta ogni tanto può rappresentare una buona alternativa ai dolcetti di origine industriale.
  • Cantalupo: ricco di vitamine e minerali, aiuta ad alleviare le infiammazioni negli animali. Attenzione però a eliminare tutti i semi e ad assicurarvi che il vostro gatto non arrivi nemmeno a leccare la buccia, poiché è spesso invasa da pericolosi batteri.
  • Mango: aiuta a risolvere i problemi di digestione.
  • Anguria: eccellente fonte di idratazione, contiene anche vitamine A, C e B6 che aiutano a migliorare la funzionalità nervosa e muscolare.
  • Arancia: i gatti non vanno matti per gli agrumi, ma si tratta comunque di un frutto ricco di vitamina C, che rinforza il sistema immunitario e aiuta l’organismo a liberarsi delle tossine. Fate in modo di dare al vostro gatto solo la parte più carnosa del frutto, poiché il resto è ricco di oli dannosi per lui.
  • Fragola: ricca di fibre e vitamina C, rafforza il sistema immunitario e rallenta il processo di invecchiamento.
  • Pera: in quantità moderate è un ottimo snack per gatti e cani poiché è ricca di fibre, vitamina A e vitamina C. Vale anche in questo caso la raccomandazione per mele e arance, poiché anche nelle pere i semi contengono cianuro.
  • Mirtillo: l’elevata quantità di antiossidanti presente in questo frutto aiuta sia umani che animali a prevenire lesioni a cellule e tessuti. In più contiene molta vitamina C e fibre, riducendo il rischio di infezioni al tratto urinario e migliora la vista notturna del vostro gatto.

Da evitare assolutamente perché tossici per l’animale: avocado, ciliegia, uva, uvetta, agrumi come limone e pompelmo.

mirtilli

In sostanza, il trucco consiste nel mantenere basse le dosi di frutta che diamo al gatto, bilanciandolo adeguatamente con la carne che deve comunque costituire la maggior parte del pasto. Se non volete correre il rischio di commettere errori nelle proporzioni, considerate che molti cibi industriali contengono frutta mischiata con vari tipi di carne proprio allo scopo di fornire al micio un alimento quanto più equilibrato.

I croccantini FirstMate al Pollo e Mirtilli, ad esempio, uniscono le proprietà nutritive del pollo agli antiossidanti del mirtillo e sono già perfettamente bilanciati in modo tale da contenere tutto ciò di cui l’animale ha bisogno giornalmente. Per ulteriori informazioni a riguardo, potete consultare questa pagina.