Gatti all’università: l’esperimento della Pet Therapy per gli studenti

Due gattini che leggono un libro

Ebbene sì, i gatti arrivano all’Università. No, non parliamo di felini pronti a laurearsi, ma di un progetto che trova nell’interazione tra gatti e umani un buon modo per alleviare lo stress.

E sappiamo bene che quando parliamo di stress e ansie gli studenti universitari sono tra i primi posti in classifica. Perché la vita universitari può davvero causare un po’ di sovraffaticamento emotivo.

Gatto che osserva

Esami, scadenze, lezioni e chi più ne ha più ne metta, chi ha fatto l’Università sa bene di che cosa stiamo parlando.

E come aiutare gli studenti stressati? Con i nostri amici a quattro zampe, naturalmente. I gatti all’università fanno parte del progetto chiamato Pet Your Stress Away.

Un progetto che, come detto, ha l’obiettivo di ridurre l’ansia e le preoccupazioni degli studenti proprio grazie agli animali domestici. Non solo gatti, ma anche cani pronti a far tornare un po’ di serenità a questi ragazzi sotto pressione.

Gatto su un libro

Si tratta, dunque, di un altro modo per dimostrare l’efficacia della Pet Therapy. Un modo per far capire che i nostri amici a quattro zampe possono davvero fare molto bene alla salute del nostro organismo, sia essa quella fisica o quella emotiva.

L’Università che per prima sta sperimentando questo progetto si trova negli Stati Uniti. L’iniziativa nasce da uno studio condotto da un team di ricercatori della Washington State University.

Gatto che legge un libro

Questa ricerca aveva l’obiettivo di valutare l’incidenza dei nostri amici quattro zampe sui livelli del cortisolo, l’ormone direttamente collegato con lo stress.

I ricercatori hanno studiato il comportamento di ben 249 studenti, suddivisi in quattro gruppi. I primi hanno avuto un contatto con gli animali domestici, accarezzandoli e coccolandoli.

gatto-con-libro

Il secondo gruppo ha guardato il primo gruppo durante quest’attività, mentre il terzo ha osservato delle immagini di cani e gatti. L’ultimo, invece, non ha fatto niente.

Secondo i risultati dello studio, il primo gruppo di studenti ha riportato livello di cortisolo più bassi degli altri. Una chiara prova, questa, che i nostri amici a quattro zampe siano utili per combattere lo stress.

E dunque via libera ai gatti all’Università, che avranno il compito di aiutare gli studenti sotto pressione a ritrovare un po’ di serenità e tranquillità.