I gatti possono mangiare le carote o è meglio di no?

Rappresentano una delle verdure più popolari in assoluto e noi ce ne cibiamo regolarmente, ma i gatti possono mangiare le carote? Scopriamolo insieme

gatto mangia carota

I gatti possono mangiare le carote? La risposta breve è sì, ma occorre fare una serie di precisazioni. Conosciuto perché ricco di betacarotene, che si converte in vitamina A, questo ortaggio è fonte anche ti potassio e fibre: a noi bipedi fa benissimo.

gatto e verdure

Alcuni alimenti che gli umani mangiano regolarmente sono assolutamente tossici per i felini, per fortuna però le carote non fanno parte di questi. Il vero rischio per Miao è il soffocamento. Ma andiamo per gradi e cerchiamo di fare un po’ d’ordine.

Il vero pericolo è il soffocamento

I gatti possono mangiare le carote, ma a determinate condizioni. Il modo ideale perché il nostro amico a quattro zampe le mangi senza il rischio che qualcosa gli vada di traverso è cucinarle abbastanza da ammorbidirle.

Possiamo anche decidere di schiacciarle o passarle: così non dovrà fare altro che leccare una pappa dolce e gustosissima. Non dimentichiamo però che il sale o i condimenti in generale non fanno per niente bene. Altri alimenti assolutamente banditi sono l’aglio e la cipolla. A tal proposito vediamo 15 alimenti tossici per i gatti.

Il loro valore nutrizionale

piatto di carote per gatti

Se vogliamo massimizzare il valore nutrizionale delle carote lasciandole crude, assicuriamoci che siano tagliate a pezzetti talmente piccoli da non essere un pericolo in fase di deglutizione. Inoltre, non dimentichiamo di lavarle per evitare eventuali contaminazioni.

Come per qualsiasi alimento, poi, fondamentali sono le quantità. In questo caso devono essere ridotte rispetto all’apporto nutritivo della dieta quotidiana di Miao. Vanno pensate a mo’ di snack.

Contengono zuccheri e carboidrati

È un ortaggio che contiene carboidrati, e quasi la metà provengono dallo zucchero. Questo non ha un grande impatto a livello ematico in assoluto, ma i felini sono carnivori e non hanno bisogno di assumerne.

Un dosaggio eccessivo, a lungo andare soprattutto, può portare a malattie quali il diabete o causare problemi di digestione. Perché Miao assuma i nutrienti di cui necessita deve mangiare principalmente carne.

La taurina

passato di carote per gatto

Non è un termine del tutto nuovo, la taurina è un amminoacido essenziale, che è contenuto solo nelle proteine animali. È una sostanza che i gatti non riescono a produrre da soli e di cui invece hanno bisogno.

Anche altri alimenti importanti per l’alimentazione di Miao sono a base vegetale, ma è facile che causino problemi di natura digestiva. Il beta-carotene ne è un esempio lampante: il felino non è in grado di attuare la conversione in vitamina A come noi bipedi.

Tutto nella giusta misura

Tuttavia, i gatti possono mangiare le carote, purché non diventino l’alimento principale. Somministrate una tantum sotto forma di snack vanno benissimo. Inoltre, le fibre e l’acqua possono aiutare la motilità intestinale.

Sono molto più sane di tanti bocconcini succulenti che si trovano in commercio, ma non devono superare il 5% della dieta compressiva del nostro amico a quattro zampe.

A Miao piacciono le carote?

gatto e carota

Beh, la risposta a questa domanda certamente può darcela lui. Il micio, come i bambini, ha un palato esigente e spesso rifiuta del cibo apparentemente senza ragione. Ma, c’è un ma: i gatti non hanno papille gustative. Questo fa sì che il sapore a cui siamo abituati noi non è quello che percepiscono loro. Un modo per far sì che le mangino è provare diverse modalità di cottura e possiamo mescolarle al cibo che normalmente mangiano.

Inoltre, visto che si tratta di uno snack che dovrebbe rappresentare un premio o una novità, se il nostro amato Miao non gradisce, proviamo con qualcosa di diverso: non dobbiamo certo accanirci.

Una valida alternativa

I gatti possono mangiare le carote, ma se non vogliono ci sono un sacco di verdure che possono fare al caso loro. Fagiolini, patate dolci, cetrioli, zucchine, asparagi o broccoli al vapore potrebbero essere maggiormente gradite, e oltretutto sono sicure.

Se nemmeno così riusciamo a fare assumere un po’ di vegetali al nostro amico a quattro zampe, gli hamburger vegetariani – che ricordano il gusto e la consistenza della carne – potrebbero catturare l’attenzione.

Quali sono le verdure sicure?

gatto e broccolo

Partendo dal presupposto che ameranno sempre di più la carne, ci sono delle verdure che, al di là del sapore possono essere ingerite da Miao senza che corra rischi. Tra queste ci sono:

  • Le zucchine;
  • Il sedano (di cui ama la croccantezza);
  • I peperoni verdi;
  • Gli spinaci (ricchi di vitamine A, C e K);
  • I piselli;
  • La zucca (fonte di fibre);
  • I broccoli.

Qualsiasi sia la nostra scelta non dimentichiamo la parola d’ordine: parsimonia. Le dosi, qualsiasi sia l’alimento, devono essere rispettate alla lettera. Affidiamoci al veterinario.

Un piccolo riepilogo

I gatti possono mangiare le carote, ma dobbiamo fare attenzione al metodo di somministrazione, il rischio soffocamento se sono intere o tagliate grossolanamente è sempre dietro l’angolo. Oltretutto, se Miao si affoga, può anche arrivare a morire: non è un aspetto su cui essere superficiali.

Queste verdure non rappresentano una buona fonte di nutrimento per i gatti come per noi bipedi, ma possono essere uno spuntino relativamente sano rispetto agli snack confezionati che si trovano online o nei negozi di animali.

Non dimentichiamo mai che la regola “siamo quello che mangiamo” vale per bipedi e quadrupedi. Il felino è una specie carnivora, è quello l’alimento base della sua dieta.
Possiamo decidere se sottoporlo a una alimentazione controllata o libera, ma deve ricevere tutti i nutrienti di cui ha bisogno. In commercio ci sono delle linee di mangimi studiate ad hoc per le sue esigenze, anche le più specifiche.

La sicurezza prima di tutto

carote tritate per gatti

Le carote, se al nostro amico a quattro zampe piacciono, vanno benissimo cotte o passate. In questo modo la consistenza non rappresenterà un pericolo in fase di deglutizione.

Possiamo anche mischiarle al riso bianco. Anche se non fa parte della sua dieta giornaliera, ogni tanto non gli farà male. In alternativa, amalgamiamo questo ortaggio alla pappa a cui Miao è abituato.

Qualsiasi sia la dieta del nostro amico a quattro zampe, va concordata con il veterinario di fiducia, che conosce pregressi clinici ed eventuali caratteristiche di razza che possono rappresentare delle controindicazioni. Una cosa è certa: le proteine animali non gli faranno male.

Se intendiamo apportare modifiche o fare esperimenti, chiediamo sempre il benestare del nutrizionista. Non lasciamo nulla al caso e non pensiamo che un prodotto valga l’altro, questo soprattutto se ci sono patologie di una certa entità in atto.