Gattina impallinata ad Ancona: spari di fucile

La gattina impallinata rischia di morire tra l'indignazione di proprietari e residenti. Non è il primo episodio, infatti. I dettagli sullo stato di salute

gatta dal veterinario per intervento

La gattina impallinata si trovava a Pietralacroce, in provincia di Ancona. Gli spari che le hanno fatto rischiare la vita avrebbero potuto colpire anche dei bambini, questo l’appunto dei residenti della zona.

L’arma è un fucile da caccia e ha ferito una micia che ha meno di un anno. Ora lotta tra la vita e la morte. L’ennesimo esempio della stupidità e della cattiveria umane.

La vicenda

“Se invece di un gatto fosse stato un bambino?”: questa è la domanda più frequente. La gattina impallinata è di proprietà di una famiglia che vive al confine con la campagna della zona. Venerdì sera, si preoccupa perché non la vede rietrare a casa come succedeva di solito.

Sabato mattina si capisce il perché. I padroni hanno trovato la micia all’interno della sua cuccia, fuori dall’abitazione, in un lago di sangue. Allora inizia la corsa disperata dal veterinario, nel tentativo di salvarla.

Le dichiarazioni

“A me l’hanno portata con la testa tutta sanguinante – racconta il veterinario Lucia Coppi – tanto che all’inizio abbiamo ipotizzato che fosse stata investita e avesse riportato un trauma alla testa. Ai gatti purtroppo capita di finire sotto qualche auto”.

Facendo una radiografia però scopre ben altro: “Ho visto un primo pallino al torace – spiega la veterinaria – quindi ho approfondito con la radiografia e ho visto che la gattina era piena di pallini per lo più concentrati sulla testa. Una cosa terribile. Adesso dovrà rimanere in osservazione, non è ancora fuori pericolo, ma speriamo di salvarla. Qualcuno le ha sparato”. Speriamo non succeda come alla gatta uccisa a colpi di fucile! In quel caso però il dolo era certo.

In attesa dell’operazione

I pallini, diverse decine, dovranno essere rimossi chirurgicamente per evitare un avvelenamento da piombo, molto ricorrente in queste situazioni. La gattina, dolcissima, che era stata sterilizzata da poco, ha superato le ore più critiche, ma la prognosi resta riservata. I proprietari, adesso, potrebbero sporgere denuncia contro ignoti.

La clinica veterinaria ha pubblicato sulla pagina Facebook la radiografia della gattina in cura per avvisare di quanto sta accadendo in zona. Non si tratta nemmeno della prima volta. Purtroppo, durante la stagione della caccia, la presenza dei fucili è un rischio per tutti, bipedi e quadrupedi. I residenti chiedono giustizia.