Gattina intrappolata nel sottotetto, resiste settimane

Una gattina intrappolata nel sottotetto di una ex pizzeria resiste per settimane grazie all'umidità del luogo. Le feste si concludono con un lieto fine

La storia che vi stiamo per raccontare ha dell’incredibile. Una gattina intrappolata nel sottotetto di un ex esercizio commerciale viene salvata dopo diverse settimane. L’intervento che ha posto fine alle sue sofferenze risale a domenica scorsa.

gattina intrappolata nel sottotetto salvata

La micetta si trovava in pieno centro a Oderzo, in provincia di Treviso, e non riusciva a liberarsi da sola, tanto da restare lì per diversi giorni. L’umidità del luogo le ha permesso di sopravvivere.

La vicenda

La gattina intrappolata nel sottotetto era sparita da casa il 26 novembre, più di un mese fa. I proprietari cercavano Macchietta in lungo e in largo, ma senza avere nessun risultato. A metà dicembre però è arrivata la svolta.

Alcuni passanti hanno sentito dei sospetti e continui miagolii all’interno dell’ex pizzeria di via Manin. Era qui che aveva deciso di rifugiarsi, infatti, probabilmente per resistere alle basse temperature tipiche di questo periodo dell’anno, senza riuscire più a uscire a causa di un pannello del sottotetto. Questa storia ricorda quella del gatto disperso nel bosco. Per fortuna anche per lui c’è stato un lieto fine, proprio il giorno della vigilia di Natale.

La segnalazione dei passanti

piazza di oderzo con gattina intrappolata

Sono stati gli abitanti di Oderzo a dare l’allarme e a chiamare i Vigili del Fuoco che hanno passato al setaccio l’intera area con la fotocamera termica, ma ancora senza esito purtroppo.

Domenica scorsa, invece, una volontaria dell’Oipa di Treviso ha lanciato un’altra segnalazione: quella decisiva. Le guardie zoofile questa volta – insieme all’aiuto dell’Enpa di zona, dei pompieri e di un tecnico – sono riuscite a liberarla e a portarla dal veterinario per le cure del caso.

Per fortuna, il grado di umidità che c’era nel sottotetto ha permesso che la gattina non morisse disidratata dopo pochi giorni. Ha del miracoloso la storia che chiude le feste natalizie. Adesso la piccola micia potrà riabbracciare mamma e papà umani, che ormai avevano perso le speranze.

Le dichiarazioni

“Grazie a tutte le persone che ci hanno scritto ed incoraggiato a non mollare, grazie ai Vigili del Fuoco, alla Polizia locale e al tecnico che in due ore sono riusciti a recuperare Macchietta, un grazie speciale alle nostre guardie volontarie, Iris, Franca e Sandra e alle persone che erano presenti per dare sostegno”, recita il post sui social network dell’Oipa di Treviso.

“Gli animali sono una parte fondamentale del mondo che viviamo, loro sono in sintonia con l’universo e sono collegati a noi attraverso la natura. Li dobbiamo rispettare, proteggere e, se in pericolo, aiutare sempre”, conclude.

 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati