Gattina sospetta randagia, ma non lo è: la storia

La piccola protagonista di questa storia è stata portata via due volte da casa sua, perché sospetta randagia!

Questa dolce gatta vorrebbe solo vivere in pace e in tranquillità tra il giardino della sua casa e le strade del suo paese natale. Ma qualcuno glielo impedisce, non per cattiveria. Infatti, la scambiano sempre per una pelosetta randagia e continuano a “rubarla” alla sua famiglia. La storia che vi sto per raccontare, quindi, parla proprio di una piccola gattina sospetta randagia, ma lei non lo è affatto.

La sua famiglia fa appelli accorati alle persone del luogo, facendo anche girare parecchie foto della loro dolce amica a quattro zampe e spiegando a tutti che la piccola è di proprietà. Le parole del suo papà adottivo sono molto tenere e spiegano come lui si senta perso senza la sua gatta. Ogni volta che non la vede pensa che se la siano portata via.

Questo malinteso forse nasce dal fatto che la pelosetta non ha ancora un collare e che ha, purtroppo, una brutta infezione ad un occhio. Il proprietario stesso spiega a tutti come da anni cercano di debellarla, senza riuscirci. Leggiamo insieme cosa sta accadendo in questo paesino.

La dolce gattina, sospetta randagia, protagonista della storia di oggi, si chiama Arlecchina. La dolce pelosetta, che molti chiamano anche China in maniera amichevole e confidenziale, ha 9 anni. Ed è da tutta la vita che si trova a Santarcangelo, in Romagna.

LEGGI ANCHE: Il rapimento di Osya, il gatto rosso ospitato al museo russo Anna Akhmatova

China ha una brutta infezione all’occhio, un herpes per la precisione, che non riescono a debellare. Anche se non le penalizza la vista non è bello a vedersi. Ma non ne vuole sapere di scomparire dal musetto della dolce gatta. Forse è per questo aspetto che i volontari animalisti spesso la scambiano per una randagia e la portano via.

Così, i suoi proprietari lanciano un appello con le sue foto. Promettendo che presto le metteranno un bel collare con il loro numero di cellulare. In modo che non ci possa esser più questo fraintendimento. Non riuscirebbero a vivere senza la loro dolce China.

LEGGI ANCHE: Napoli, sparita all’improvviso la gatta Elly, scattano le ricerche, la famiglia chiede aiuto

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati