Gattini salvati dal gelo, avevano solo 24 ore di vita

Questi poveri micetti rischiavano di morire congelati. Sono stati trovati abbandonati e avevano soltanto 24 ore di vita

Questi poveri gattini hanno una storia davvero straordinaria. Li hanno trovati abbandonati in una notte di inverno, erano soli e avevano solo 24 ore di vita. Stavano per morire congelati, ma fortunatamente qualcuno li ha salvati in tempo.

Tutto ciò è accaduto a Las Vegas, quando una donna di nome Marti ha trovato un minuscolo gattino vicino ad un cespuglio. Era troppo piccolo per essere lì da solo e per questo motivo, la donna ha iniziato a cercare meglio.

Purtroppo della mamma gatta non c’era traccia, ma ciò che ha trovato Marti era ancora più scioccante. Dietro al cespuglio c’erano altri gattini. Era un’intera cucciolata e ha capito immediatamente che erano nati da pochissimo.

I piccoli gattini dovevano avere circa 24 ore dato che il loro cordone ombelicale era ancora attaccato. Ma la donna non sapeva cosa fare e come prendersi cura dei mici, così ha chiamato la sua vicina Nikki Martinez, una volontaria che salva animali in difficoltà.

La volontaria però, era fuori città perciò ha incaricato Marti di dare da mangiare ai piccoli in attesa del suo ritorno. La donna, a quel punto, si è precipitata in un negozio di animali per comprare latte in polvere per gattini. Erano così piccoli e perciò ha dovuto comprare anche dei biberon.

La volontaria però non sarebbe tornata prima del giorno successivo e così Marti ha portato con sé i gattini al lavoro. Dovevano mangiare ogni due ore, non poteva affatto lasciarli da soli a casa. “Quando ho trovato questi scriccioli faceva molto freddo, fortunatamente il mio cane ha sentito il loro odore e si è avvicinato al cespuglio, altrimenti sarebbero morti congelati”, ha raccontato la donna.

La volontaria Nikki finalmente, era tornata in città e mentre Marti si prendeva cura dei gattini, lei cercava disperatamente mamma gatta. Nonostante le trappole installate e i vari sopralluoghi, della micia non c’era nessuna traccia!

Le ipotesi sono state tante: mamma gatta ha abbandonato i gattini, qualcuno le ha tolto i piccoli, l’hanno investita. Ma oltre alle supposizioni non avevano nulla. Mamma gatta non si trovava e per questo motivo hanno dovuto trovare velocemente una balia!

Non hanno avuto il latte materno che contiene anticorpi essenziali, erano debolissimi. Ho intenzione di fare tutto il possibile per farli sopravvivere, anche se sarà molto difficile “, ha detto la volontaria. Purtroppo però, l’unica mamma gatta adottiva trovata, non accettava i gattini e quindi si è dovuti tornare al metodo precedente. Cioè quello di alimentare i piccoli con il biberon.

I mici sono tre e i loro nomi sono Pancake, Spud e Bagel. Il più sfortunato è stato Bagel poiché era il più piccolo della cucciolata. Mentre gli altri due gattini mangiavano tranquillamente dal biberon, Bagel lo rifiutava. Ha passato un giorno intero senza mangiare ed ha perso molto peso.

Nikki era molto preoccupata per lui, ma attraverso un medico veterinario è riuscita ad alimentarlo con un sondino. Dopo un paio di giorni, anche lui ha iniziato a mangiare di nuovo dal biberon e questo ha fatto piangere di gioia la volontaria!

C’erano poche speranze per questi piccoli gattini, e invece, con molte cure e attenzioni sono cresciuti sani e forti ed hanno trovato anche una bellissima famiglia! Insomma, dal gelo ad una casa calda e amorevole! Questi piccoletti sono stati davvero fortunati ad incontrare queste persone e noi non possiamo far altro che ringraziarle e augurare buona fortuna a Pancake, Spud e Bagel!

LEGGI ANCHE: Luz, la gatta randagia che ha trovato casa grazie a un Pitbull

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati