Il gattino sordo impara il linguaggio dei segni per comunicare con i suoi padroni

Questa coppia ha deciso di adottare il gattino Kafka pur sapendo che è completamente sordo. Ora i tre comunicano grazie al linguaggio dei segni

Non tutti a questo mondo siamo uguali; c’è qualcuno che nasce con delle caratteristiche che spingerebbero chiunque a definirlo svantaggiato, ma con la giusta dose di impegno chiunque può condurre una vita normale. Questo gattino ad esempio è nato completamente sordo, ma questo non lo ha scoraggiato e soprattutto non ha scoraggiato i suoi padroni, che hanno lo stesso deciso di adottarlo. Infatti Kafka era un micetto randagio in un rifugio; i volontari non pensavano che avrebbe trovato una casa a causa della sua condizione e invece il piccolo è stato adottato da una coppia amorevole.

gatto risponde ai segni dei padroni

La sua storia è veramente toccante ed è un buon esempio di amore incondizionato e di impegno e dedizione. Quando James Dickenson, 28 anni, e la sua fidanzata Jo a Newbury hanno portato Kafka con loro nella loro abitazione nel Berkshire, in Inghilterra, erano pienamente consapevoli delle condizioni del piccolo. Proprio sapendo della sordità del loro amico a quattro zampe hanno subito ideato un metodo per comunicare con lui. Infatti i tre adesso comunicano attraverso un peculiare linguaggio dei segni, ideato e insegnato a Kafka proprio dai suoi genitori umani.

gatto risponde ai segni dei padroni

Non potendo sentire quello che dicono, James e Jo hanno ideato dei segni che corrispondono a varie cose essenziali per la convivenza con un gatto. Ad esempio c’è un gesto che rappresenta il “vieni qui” e un altro che significa che è pronta la pappa. La famiglia riesce a vivere serenamente e il micio ha conquistato il web grazie alla sua intelligenza e la sua perseveranza. “È bello come il gatto sia motivato dal cibo a capire cosa significa il movimento della mano“, scrive un utente; infatti i comandi sono stati insegnati al micio con pazienza e con l’utilizzo di premi commestibili.

LEGGI ANCHE: Il gatto Bino ha deciso di lavorare per un’azienda e si presenta puntale a lavoro tutti i giorni

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati