Gatto antipatico snobba cane, le sequenze sono esilaranti

Gatto e cane, differenze e punti di incontro, amore o indifferenza. Cosa succede quando un gatto antipatico snobba un cane? Si muore dalle risate

Due amici a quattro zampe si annusano e cercano di capire il da farsi, se fidarsi reciprocamente o meno. Nella fattispecie, un gatto antipatico snobba il cane, che pare portare a casa un risultato così soddisfacente. Fido, però, si sa, non demorde.

Dobbiamo fare una precisazione, infatti: chi la dura la vince e non sembra che il Labrador abbia intenzione di arrendersi. Oltretutto, si sa, il carattere di questa razza in particolare è davvero dolce e amabile. Potrebbe riuscire a conquistare il più restio dei felini.

LEGGI ANCHE: Proposta di legge in Australia garantirebbe cure gratuite agli animali domestici

Le dimensioni sembrano quasi la stesse (si fa per dire): Miao infatti è piuttosto in carne. Il gatto antipatico che snobba il cane quindi non è da sottovalutare: se si arrabbia sono guai. La curiosità da parte di Fido è palpabile, ma non pare interessare Miao che – in men che non si dica – esce fuori di scena.

Gatto antipatico snobba cane labrador

Il suo sguardo di disappunto e disinteresse non lascia dubbi alle interpretazioni. È pur vero, però, che non ci è dato sapere quale possano essere stati i retroscena al di là del post su Instagram. Molteplici video e foto mostrano un amico a quattro zampe desideroso di compagnia e attenzioni, mentre riceve solo “due di picche”. Forse Micio non è dell’umore giusto o forse c’è solo bisogno di tempo e di conquistare la sua fiducia.

Infatti, se due pelosi non si conoscono hanno bisogno di un approccio che vada per gradi. Ecco allora che il contributo dei padroni può fare la differenza. Il segreto è non correre, non mettere fretta, né creare ansie e tensioni.

I pet si conoscono attraverso gli odori, annusandosi. Magari ci mettono un po’, ma devono essere sicuri di potersi fidare l’uno dell’altro nonostante alcune differenze caratteriali tipiche degli animali appartenenti a specie differenti.

Se si resta in disparte ma con occhio vigile, si interviene solo quando e se necessario e intanto si lascia fare a Madre Natura, è più facile che alcuni incontri – prima o poi – vadano a buon fine. Gli animali sono molto più sensibili e pragmatici degli esseri umani e non litigano se non per delle buone ragioni.

LEGGI ANCHE: Napoli, ansia a seguito dello smarrimento di Minny, tutta la famiglia alla ricerca della dolce gatta

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati