Gatto inappetente: cosa fare?

È importante sapere cosa fare se il gatto si mostra inappetente e conoscerne le possibili cause. Ne parliamo qui.

gattino per terra con ciotola

Sono ben pochi quelli tra noi che salterebbero un pasto senza motivo, e lo stesso vale per la maggior parte dei nostri amici felini. Se un gatto si rifiuta di mangiare per un periodo più lungo di 24 ore, potrebbe avere un serio disturbo medico che richiede immediata attenzione. In questo articolo vi diremo appunto cosa fare se il gatto è inappetente.

2 gatti e 2 gattini mangiano

Possibili cause

Ci sono più fattori che possono portare il gatto a decidere di non mangiare. Ecco i principali:

  • Novità: se avete cambiato casa, se è arrivato un nuovo animale, se state dando al vostro gatto del cibo diverso o anche solo in un’altra ciotola o in un luogo diverso dal solito è molto probabile che il vostro amico a quattro zampe non si sia ancora abituato al cambiamento, arrivando a perdere appetito. Sorprendentemente il motivo del loro digiuno potrebbe anche consistere nel problema opposto, cioè noia causata da un pasto sempre uguale per troppo tempo.
  • Stagione: in estate i mici tendono a mangiare meno, perché le temperature elevate rallentano il processo di digestione del cibo. Anche la sete può portarli ad avere meno voglia di mangiare.
  • Carattere: tutti i gatti hanno un proprio carattere e reagiscono in modo diverso a ciò che succede intorno a loro. Se il vostro gatto decide di saltare un pasto o non mangiare solo per alcune ore, potrebbe essere semplicemente una questione di umore. Per gatti normalmente attivi ed estroversi, ad esempio, fermarsi un secondo davanti alla ciotola e poi tornare a dedicarsi alle loro avventure. L’importante è che alla fine non passi troppo tempo tra un pasto e l’altro.
  • Problemi di salute: ci sono diversi disturbi legati all’inappetenza del gatto, come malattie infettive, depressione, diabete, infiammazioni, ascessi alla bocca o problemi ai denti, alterazioni dell’olfatto, infestazione da parassiti, problemi gastrointestinali e insufficienza renale. Inoltre una gatta incinta, soprattutto nella fase di nausea più intensa, proverà un po’ più di avversione verso il cibo.

È per quest’ultimo motivo che ci sentiamo di consigliare un consulto immediato con il veterinario, che potrà far luce sulle cause esatte e porvi rimedio al più presto.

gatto mangia davanti a padrona

Conseguenze

In caso di digiuno troppo prolungato, a prescindere da cosa lo ha causato, i gatti possono sviluppare un disturbo secondario detto lipidosi epatica o sindrome del fegato grasso. Anche se il gatto è già stato visitato e non sono state riscontrate malattie, un test ulteriore come un’ecografia addominale o la somministrazione di stimolanti per l’appetito potrebbero essere indicati.

Cosa fare

Una volta accertato che non vi siano problemi di salute, potete adottare delle semplici strategie per aiutare i vostri gatti a tornare a mangiare.

gatto con muso nella ciotola

Se il vostro gatto adulto snobba la sua solita dieta, provate a variarla un po’ introducendo del cibo nuovo (magari umido, per idratarlo meglio nei periodi più caldi). Potreste anche ricorrere a del cibo per gattini che è più ricco di proteine e grassi per aiutarli a crescere robusti, e ha un sapore più deciso rispetto al cibo per adulti.
Non è necessario mescolarlo al solito cibo ma basta darglielo direttamente perché non ha effetti collaterali, e le calorie extra lo aiutano a riprendere peso o a mantenerlo.

Alcuni probiotici specifici per gatto sono molto saporiti e incoraggiano l’appetito. Consultatevi con il veterinario per scoprire quello più adatto al vostro micio (di solito è in polvere) e spargetene un po’ nel cibo.

Se avete fatto uso di cibo secco per molto tempo evitate di aggiungervi dell’acqua perché molti gatti sono abituati anche a forma e consistenza del cibo oltre al sapore, e non amano i cambiamenti.